Il Professionista su misura per te
o richiedi una
Chiedi una Consulenza o Preventivo Gratuito

Rilevazione di segreti scientifici o industriali

del 27/05/2016
CHE COS'È?

Rilevazione di segreti scientifici o industriali: definizione

La rilevazione di segreti scientifici o industriali è un reato previsto dall'articolo 623 del Codice Penale, per il quale chiunque riveli o sfrutti per il proprio profitto o per l'interesse altrui delle notizie destinate a rimanere segrete riguardanti applicazioni industriali, invenzioni o scoperte scientifiche in virtù della propria professione, del proprio ufficio, della propria arte o del proprio stato è punito con la reclusione per un periodo massimo di due anni. Il profitto non deve essere inteso solo dal punto di vista patrimoniale o economico: si può trattare, quindi, di un altro tipo di vantaggio, che - per altro - non deve essere per forza conseguito. Il delitto di rilevazione di segreti scientifici o industriali può essere punito solo a querela della persona offesa, fermo restando che la tutela delle invenzioni e delle scoperte scientifiche non può non tenere conto dei paletti rappresentati dal requisito dell'industrialità; essa, inoltre, prescinde dalla ricorrenza dell'originalità e della novità, in quanto è sufficiente che si sia in presenza di notizie non conosciute.


COME SI FA

Qual è la ratio legis?

Lo scopo della legge è quello di tutelare la segretezza e la libertà dei rapporti professionali e l'interesse affinché tali rapporti vengano conservati.


CHI

Un avvocato penalista.


FAQ

1. Fino a che punto può essere esteso il concetto di profitto?

Come detto, la nozione di profitto - quando si parla di rilevazione di segreti scientifici o industriali - include qualsiasi tipo di utilità, incluse quelle di carattere non patrimoniale: come stabilito dalla sentenza numero 39656 del 2010 della Corte di Cassazione può essere considerata come profitto anche la soddisfazione di un rancore provato dall'autore del reato rispetto alla persona offesa.

2. Quali sono le sentenze più significative della Cassazione a proposito della rilevazione di segreti scientifici?

La sentenza numero 15003 della sezione VI della Cassazione penale del 27 febbraio del 2013 ha precisato che non commette il reato di rilevazione di segreti scientifici chi assiste a una conversazione telefonica che coinvolge altre persone se è stato autorizzato ad assistervi da una di loro. La sentenza numero 14258 del 1977, invece, specifica che non è requisito necessario, per la sussistenza del delitto, la novità delle applicazioni industriali. Ancora, per la sentenza numero 243 del 1973 è irrilevante, ai fini del delitto, che l'apprensione dei segreti industriali o scientifici sia avvenuta in modo illegittimo o in modo legittimo. Inoltre, non è richiesto che per le applicazioni, per le invenzioni o per le scoperte tutelate esista un brevetto.

3. Un esempio di reato di rilevazione di segreti industriali?

Un esempio di reato è quello commesso da un professionista che, chiamato a progettare dei particolari tecnici per la creazione di un sistema di sicurezza per una certa azienda, fornisce ai clienti di quell'azienda gli stessi prodotti che l'azienda in questione progetta e mette in vendita. In altri termini, il reato viene commesso se il soggetto, dopo essersi impegnato con un contratto a fornire prestazioni tecniche in virtù di una collaborazione esclusiva a favore di un'azienda, impiega i dati che hanno a che fare con il know-how di quell'azienda, per altro conosciuti proprio nel corso della collaborazione, per realizzare e per mettere in vendita prodotti finiti o componenti di prodotti che possono essere considerati a tutti gli effetti delle copie dei prodotti dell'azienda, come è stato sancito dalla sezione III del Tribunale di Milano con la sentenza del 21 aprile del 2010. 
vota  

Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c

REATI CONTRO LA PERSONA: VOCI CORRELATE

Istigazione o aiuto al suicidio

di del 20/12/2016

L'istigazione o aiuto al suicidio è un reato previsto dall'articolo 580 del Codice Penale, che preve..

Omicidio preterintenzionale

di del 01/09/2016

L'omicidio preterintenzionale è un reato previsto dall'articolo 584 del Codice Penale, che stabilisc..

Stalking

di Avv. Barbara Bruno del 22/09/2011

Lo stalking (termine inglese traducibile nell’italiano “fare la posta” e divenuto “atti persecutori”..

Rivelazione di segreto professionale

di del 07/03/2016

La rivelazione di segreto professionale è un reato previsto dall'articolo 622 del Codice Penale, che..

Ritorsione e provocazione

di del 05/07/2017

Il dispositivo dell'articolo 599 del Codice Penale stabilisce, in tema di ritorsione e provocazione,..