Il Professionista su misura per te
o richiedi una
Chiedi una Consulenza o Preventivo Gratuito

Pornografia minorile

del 18/09/2017
CHE COS'È?

Pornografia minorile: definizione

La pornografia minorile è un reato previsto dall'articolo 600 ter del codice penale, che prevede una multa da un minimo di 24mila a un massimo di 240mila euro e la reclusione da un minimo di sei a un massimo di dodici anni per chiunque utilizzi minori di 18 anni per la produzione di materiale pornografico o per la realizzazione di spettacoli o di esibizioni pornografiche, ma anche per chi commerci questo materiale o per chi induca i minori a partecipare a spettacoli ed esibizioni. Anche chi trae profitto dagli spettacoli in questione commette il reato di pornografia minorile. La reclusione da uno a cinque anni e una multa da un minimo di 2.582 a un massimo di 51.645 euro sono previste per chi pubblicizzi o diffonda del materiale pornografico con protagonisti dei minori, o comunque lo divulghi o lo distribuisca con qualunque mezzo, incluso Internet. La stessa pena è prevista per chi pubblicizzi o diffonda informazioni o notizie che abbiano lo scopo di favorire lo sfruttamento sessuale o l'adescamento di minori di 18 anni. Ancora, chi offre del materiale pornografico o lo cede ad altri, a pagamento o a titolo gratuito, si rende protagonista di un reato che prevede la reclusione fino a 3 anni e una multa da un minimo di 1.549 a un massimo di 5.164 euro. Se il materiale è di ingente quantità, la pena può essere aumentata fino a un massimo di due terzi. La reclusione fino a tre anni e una multa fino a 6mila euro, infine, sono previste per chi assista a spettacoli o a esibizioni pornografiche che prevedano il coinvolgimento di minori di 18 anni. 


COME SI FA

Che cosa si intende con "pornografia minorile"?

Il concetto fa riferimento a qualsiasi tipo di rappresentazione di un soggetto minore di 18 anni che sia coinvolto in esplicite attività sessuali, al di là del fatto che siano simulate o reali, a prescindere dal mezzo con il quale la rappresentazione viene effettuata. Rientra nella casistica della pornografia minorile anche la rappresentazione degli organi sessuali di minori di 18 anni, se essa è motivata da scopi sessuali. 


CHI

Un avvocato penalista.


FAQ

1. Qual è il riferimento normativo in materia?

Al di là dello specifico articolo del codice penale che disciplina il reato di pornografia minorile, un importante riferimento normativo è quello rappresentato dalle Norme contro lo sfruttamento della prostituzione, della pornografia, del turismo sessuale in danno di minori, quali nuove forme di riduzione in schiavitù, contenute nella legge n. 2696 del 3 agosto del 1998. Queste norme hanno fatto sì che nel tessuto del codice penale venissero introdotte delle figure di reato inedite, così che potesse essere repressa la pedofilia. Quest'ultima indica un'attrazione sessuale nei confronti dei bambini, ed è considerata una perversione, vale a dire una deviazione rispetto agli atti sessuali normali. Il diritto penale, quindi, non intende punire il pedofilo, dal momento che quest'ultimo è un soggetto patologico, ma semplicemente è diretto a tutelare i minori, con meccanismi giuridici che hanno lo scopo di prevenire lo sfruttamento e la violenza. A tal proposito, il legislatore italiano ha voluto dare vita a organi tecnici di coordinamento e a strutture investigative altamente specializzate, soprattutto per combattere i delitti in questione che vengono perpetrati attraverso Internet, mezzo di comunicazione che espone i minori a notevoli rischi, anche a causa dell'anonimato che esso garantisce solitamente.
vota  

Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c

REATI CONTRO LA PERSONA: VOCI CORRELATE

Accattonaggio con minori

di del 10/07/2017

Il reato di accattonaggio con minori fino a pochi anni fa veniva considerato una contravvenzione, me..

Diffamazione a mezzo stampa

di Avv. Alessandra Capalbo del 15/07/2016

Prima di affrontare il tema specifico della diffamazione a mezzo stampa, chiariamo in cosa consiste ..

Violazione di corrispondenza

di del 25/09/2017

La violazione di corrispondenza è un reato disciplinato dall'articolo 616 del codice penale, che pre..

Istigazione o aiuto al suicidio

di del 20/12/2016

L'istigazione o aiuto al suicidio è un reato previsto dall'articolo 580 del Codice Penale, che preve..

Omicidio del consenziente

di del 28/04/2017

L'omicidio del consenziente è un reato previsto dall'articolo 579 del codice penale, che stabilisce ..