Il Professionista su misura per te
o richiedi una
Chiedi una Consulenza o Preventivo Gratuito

Accattonaggio con minori

del 10/07/2017
CHE COS'È?

Accattonaggio con minori: definizione

Il reato di accattonaggio con minori fino a pochi anni fa veniva considerato una contravvenzione, mentre oggi è ritenuto un delitto. Il riferimento normativo è rappresentato dall'articolo 600 octies del Codice Penale, secondo il quale chiunque utilizzi una persona con meno di quattordici anni per mendicare deve essere punito con la reclusione per un periodo massimo di tre anni, a meno che il fatto non rappresenti un reato più grave. Il minore non è mai imputabile; il reato si configura anche nel momento in cui un soggetto consente a un minore affidato alla sua vigilanza o alla sua custodia o sottoposto alla sua autorità di mendicare o permette ad altre persone di usare il minore per mendicare. 


COME SI FA

Che cosa si intende per accattonaggio?

La mendicità, cioè l'accattonaggio, rappresenta la pratica attraverso la quale si chiede l'elemosina in luoghi pubblici come parchi, piazze o strade. In passato il nostro Codice Penale prevedeva l'arresto per chiunque venisse sorpreso a mendicare in un luogo pubblico. Nel tempo, però, le norme sono cambiate: la sentenza n. 51 del 1959 della Corte Costituzionale, per esempio, ha sancito che la norma che prevedeva l'arresto non potesse essere compatibile con la Carta, che all'articolo 38 stabilisce che l'assistenza privata è lecita. Nel 1995 è arrivata una sentenza ulteriore, che ha definito illegittimo dal punto di vista costituzionale il primo comma dell'articolo 670: in particolare, la richiesta di elemosina è stata definita lecita a condizione che rappresenti una richiesta legittima di solidarietà umana che non comprometta la tranquillità pubblica e l'ordine pubblico e che faccia leva sul sentimento della carità.


CHI

Un avvocato penalista.


FAQ

1. Quando l'accattonaggio con minori si trasforma in maltrattamento?

I maltrattamenti in famiglia rappresentano un reato previsto dall'articolo 572 del Codice Penale: ebbene, il ricorso ai minorenni per l'accattonaggio può essere considerato come un maltrattamento nel caso in cui i minori non frequentino la scuola per andare a chiedere l'elemosina, ma anche per i neonati che sono tenuti in strada al freddo, che non sono nutriti in maniera adeguata o che non sono sorvegliati. In termini pratici, chi tiene semplicemente in braccio un neonato e chiede l'elemosina non compie un reato, e al tempo stesso non mette in atto una condotta finalizzata a suscitare sentimenti di pietà in maniera fraudolenta nelle altre persone.

2. Le normative nazionali e le normative locali possono essere in contrasto?

A livello comunale, i sindaci hanno la possibilità di produrre ordinanze con le quali l'accattonaggio venga vietato in maniera esplicita: chi non rispetta la regola può essere costretto a pagare una sanzione amministrativa. Va detto, però, che la Corte Costituzionale in più di un'occasione ha considerato non legittime le ordinanze che regolamentano temi la cui pertinenza spetta al legislatore nazionale, non solo perché c'è già il Codice Penale a prevedere sanzioni, ma anche perché tali materie spesso hanno a che fare con la sfera costituzionale delle libertà individuali e dei diritti soggettivi.

3. Cosa succede a una persona che impiega un minore di 14 anni per l'accattonaggio?

Nel caso in cui la persona possa essere identificata in maniera sicura direttamente in strada, gli atti necessari per la comunicazione di notizia di reato possono essere compilati direttamente in strada e consegnati alla persona stessa, in quanto per questo tipo di reato è prevista solo la denuncia a piede libero, ma non l'arresto in flagranza.
vota  

Con l'inserimento dei miei dati dichiaro di aver preso visione ed accettato il Trattamento dei Dati

REATI CONTRO LA PERSONA: VOCI CORRELATE

Interruzione di comunicazioni

di del 25/08/2017

L'interruzione di comunicazioni è un reato disciplinato dall'articolo 617 del Codice Penale, che pre..

Interferenze illecite nella vita privata

di Avv. Carlo Melzi d'Eril del 21/03/2011

L'Interferenza illecita nella vita privata è il reato previsto dall'articolo 615 bis del codice pena..

Omicidio colposo

di del 06/02/2017

L'omicidio colposo è un reato previsto dall'articolo 589 del Codice Penale, secondo il quale deve es..

Istigazione o aiuto al suicidio

di del 20/12/2016

L'istigazione o aiuto al suicidio è un reato previsto dall'articolo 580 del Codice Penale, che preve..

Rilevazione di segreti scientifici o industriali

di del 27/05/2016

La rilevazione di segreti scientifici o industriali è un reato previsto dall'articolo 623 del Codice..