Il Professionista su misura per te
o richiedi una
Chiedi una Consulenza o Preventivo Gratuito

Percosse

del 06/07/2016
CHE COS'È?

Percosse: definizione

Il reato di percosse è previsto dal Codice Penale all'articolo 581: in esso viene stabilito che debba essere punito con una multa fino a 309 euro o con la reclusione per un periodo massimo di sei mesi chiunque percuota un'altra persona. Si tratta di un reato punibile unicamente a querela della persona offesa: non sono consentiti né il fermo né l'arresto, e la competenza è del giudice di pace. Il reato di percosse si configura unicamente nel caso in cui le percosse stesse non provochino danni dal punto di vista mentale o dal punto di vista fisico alla persona che le subisce; in caso contrario, infatti, si parla di lesioni personali, lesioni gravi o lesioni gravissime.


COME SI FA

Qual è il bene giuridico tutelato dall'articolo 581 del Codice Penale?

Il reato di percosse intende proteggere l'incolumità dell'individuo, vale a dire l'integrità fisica del soggetto rispetto a qualsiasi tipo di aggressione che presupponga una violenza sul corpo. L'ordinamento giuridico, con la previsione della punibilità di questo delitto, intende proteggere quella che viene definita intangibilità del corpo umano, sia sul piano psichico che sul piano fisico, oltre alla salute, secondo quanto previsto dall'articolo 32 della Costituzione che considera la salute stessa come un diritto fondamentale dell'individuo e al tempo stesso interesse della collettività.


CHI

Un avvocato penalista.


FAQ

1. Reato di percosse: chi è il soggetto attivo e chi è il soggetto passivo?

Per quel che riguarda il soggetto attivo, si può trattare di qualsiasi persona. Il reato viene consumato quando l'atto di percuotere viene compiuto: con il percuotere si intende un atto violento che provochi una sensazione di dolore breve ma non effetti postumi o patologici di qualsiasi tipo, ma anche una violenza solo formale di entità inavvertibile. Insomma, non è detto che dalle percosse debba derivare per forza un dolore: esse, infatti, possono semplicemente dare luogo a una reazione di collera o di spavento, pur breve, o addirittura non dare effetti. Per quel che riguarda il soggetto passivo, d'altro canto, si tratta di un essere vivente: nel caso in cui le percosse colpiscano un soggetto non più in vita, infatti, il reato che si configura è quello di vilipendio di cadavere, come stabilito dall'articolo 410 del Codice Penale.

2. Quello di percosse è un reato doloso?

Sì, il reato di percosse è sempre doloso, in quanto l'elemento soggettivo e psicologico del reato riguarda la consapevolezza di percuotere. Tale reato richiede il dolo generico, in quanto non è necessario che le percosse siano accompagnate dal desiderio o dalla volontà di causare un dolore fisico perché il delitto sia integrato. Sono irrilevanti - come sancito dalla sentenza n. 4326 del 1979 della Cassazione Penale - gli antecedenti psichici del comportamento: in altri termini non conta il movente della condotta.

3. Che differenza c'è tra percosse e lesioni personali?

Il reato di lesioni personali è previsto dall'articolo 582 del Codice Penale, e si distingue da quello di percosse unicamente per l'elemento oggettivo: se nel reato di percosse tutto si traduce in una semplice sensazione di dolore, nel reato di lesioni personali il soggetto passivo subisce una vera e propria lesione, che implica una malattia nella mente o nel corpo. In alcune circostanze, ovviamente, il reato di percosse può essere assorbito in altri reati più gravi, come per esempio la violenza privata, i maltrattamenti in famiglia, la rissa, la rapina, e così via. 
vota  

Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c

REATI CONTRO LA PERSONA: VOCI CORRELATE

Stalking

di Avv. Barbara Bruno del 22/09/2011

Lo stalking (termine inglese traducibile nell’italiano “fare la posta” e divenuto “atti persecutori”..

Rissa

di del 26/01/2011

La rissa è un reato di pericolo. In particolare trattasi di pericolo astratto: la condotta di rissa ..

Omicidio

di del 20/04/2017

L'omicidio rappresenta il delitto nel senso più tradizionale del termine e viene punito in maniera p..

Lesioni personali colpose

di del 07/10/2015

Quando si parla di "lesioni personali colpose" si fa riferimento a una forma di manifestazione di re..

Abuso di autorità contro arrestati o detenuti

di Avv. Barbara Sartirana del 22/09/2011

Il reato di abuso di autorità contro arrestati o detenuti è l’illecito penale commesso dal Pubblico ..