Il Professionista su misura per te
o richiedi una
Chiedi una Consulenza o Preventivo Gratuito

Test paternità

del 31/03/2011
CHE COS'È?

Test paternità: definizione

Principi del test di paternità basato sull'analisi del DNA
Ogni individuo presenta nel proprio DNA uno specifico codice che definisce il suo profilo genetico. Infatti, ad eccezione dei gemelli monozigoti, che risultano perfettamente uguali, il profilo genetico di ogni individuo è praticamente unico. Questa caratteristica è alla base della metodologia utilizzata per determinare se due persone sono correlate geneticamente.
Il test di paternità si basa sul principio che ogni individuo eredità il proprio patrimonio genetico dai genitori, il 50% dal padre ed il 50% dalla madre, e consiste nel confrontare le caratteristiche genetiche del figlio oggetto di indagine di paternità con quelle del presunto padre e/o della madre.
Il padre presunto, per essere considerato padre biologico, dovrà possedere metà del profilo genetico presente nel figlio/a.
La paternità viene esclusa nel caso in cui le caratteristiche genetiche del padre putativo discordino con quelle del figlio oggetto di indagine.
La paternità viene, invece, attribuita qualora le caratteristiche genetiche del padre e del figlio concordino perfettamente.
L'analisi del DNA si basa sul rilevamento di normali variazioni che sono presenti a livello di molte regioni del materiale genetico di ogni individuo (polimorfismo). Per ogni individuo, la determinazione contemporanea di queste variazioni permette di derivare un profilo genetico praticamente unico, come per le impronte digitali.



COME SI FA

Estrazione del DNA dal campione biologico
La prima fase del test di paternità consiste nell'estrazione del DNA dai campioni biologici prelevati per l'esame mediante dei tamponi salivari. Nel DNA risiede l'informazione genetica che presiede alla sintesi delle proteine che organizzano le cellule. Il tratto di DNA che contiene un'informazione genetica viene definito gene, e la sua localizzazione sui cromosomi viene definita locus (plurale loci). Forme alternative dello stesso gene vengono definite alleli.
Un gene che mostra più alleli viene definito polimorfico. Per ogni locus, un individuo eredita un allele dalla madre e un allele dal padre; se gli alleli ereditati sono uguali, l'individuo è omozigote, se sono diversi, l'individuo è eterozigote. La derivazione del profilo genetico di un individuo implica la determinazione degli alleli presenti in determinati loci altamente polimorfici.

Determinazione del profilo genetico
La determinazione del profilo genetico di un individuo comporta l’analisi (genotipizzazione) di almeno 15 regioni del DNA (loci), così come indicato dalle linee guida nazionali e internazionali. Tali regioni sono altamente polimorfiche in lunghezza, variabili da individuo ad individuo, conosciute come regioni Microsatelliti o STR (Short Tandem Repeat).
L'analisi dei microsatelliti viene condotta mediante una reazione enzimatica di amplificazione del DNA, conosciuta come Polymerase Chain Reaction (acronimo: PCR), che consente di amplificare in vitro una specifica regione del DNA copiandola in varie fasi successive, fino ad ottenerne milioni di copie. In pratica, considerando la molecola del DNA come un grosso libro e le regioni Microsatelliti (STR) del DNA come una pagina di questo libro, con la metodica di PCR si "fotocopia" milioni di volte questa pagina, fino ad ottenerne una quantità idonea per l'esecuzione dell'esame.
Dopo la reazione di amplificazione enzimatica il profilo genetico viene determinato automaticamente mediante l'impiego di un sequenziatore automatico a tecnologia fluorescente. I frammenti di DNA amplificati sono quindi separati per dimensione; il risultato che si ottiene assomiglia a un elettrocardiogramma, in cui ogni allele è un “picco” del tracciato.
Dal confronto diretto dei polimorfismi (STR) del DNA è pertanto possibile valutare la compatibilità dei profili genetici (attribuzione di paternità) o le eventuali differenze (esclusione di paternità).
L'attribuzione di paternità viene poi espressa come probabilità di paternità ed è basata su calcoli statistici. La probabilità di paternità dipende dalla frequenza dell'allele nella popolazione di riferimento. Attualmente, la determinazione del profilo genetico di un individuo si basa sull'analisi di 15 loci polimorfici, sufficiente per ottenere una probabilità di paternità superiore al 99,99%.


CHI

Test di paternità con valenza legale
Affinchè l’analisi eseguita abbia una valenza legale e possa essere prodotta come prova all’interno di un procedimento civile, il consulente che effettua l’accertamento deve riconoscere personalmente mediante un documento di identità i soggetti sottoposti ad analisi. E’ altresì necessario ottenere le dovute autorizzazioni mediante un apposito modulo.
In caso di persone minorenni coinvolte è inoltre indispensabile ottenere dai soggetti che esercitano la patria potestà una specifica autorizzazione al prelievo.

Test di paternità informativo
Questo tipo di analisi non ha alcun valore medico legale poiché l’accertamento è svolto su materiale inviato in laboratorio e del quale non si conosce la reale provenienza.
E’infatti possibile analizzare reperti quali: chewing-gum, filtri di sigaretta, bicchieri, spazzolini da denti, etc.
Il risultato fornito, per quanto certo poiché eseguito con le medesime tecniche del test legale, sarà anonimo e teso solo ed esclusivamente ad attribuire una compatibilità o meno tra i vari reperti inviati.


vota  

Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c

PERIZIE BIOLOGICHE E DI LABORATORIO: VOCI CORRELATE

Esami tossicologici

di del 04/01/2016

Gli esami tossicologici delle urine sono test antidroga, totalmente indolori e assolutamente rapidi,..

Analisi impronte digitali

di del 18/07/2016

L'analisi delle impronte digitali, nota anche come indagine dattiloscopica, è un'attività che ha com..

Esame del capello

di del 29/06/2016

L'esame del capello permette di dosare sostanze assunte in modo costante nel tempo, anche dopo mesi ..

Esame DNA

di del 26/08/2016

L'esame del DNA è un test genetico che viene effettuato attraverso l'analisi di un campione di saliv..