Il Professionista su misura per te
o richiedi una
Chiedi una Consulenza o Preventivo Gratuito

Condominio: antenne

del 27/04/2017
CHE COS'È?

Condominio antenne: definizione

Le antenne in condominio sono finalizzate alla ricezione del segnale radiotelevisivo secondo quello che è conosciuto come diritto di antenna. Nel caso in cui si abbia a che fare con un impianto centralizzato, se l'impianto per la ricezione del segnale terrestre è già presente esso deve essere ritenuto un bene di proprietà comune per gli appartamenti che ne dispongono, a meno che l'atto di acquisto non specifichi una circostanza differente. In tale eventualità, il condomino è tenuto al pagamento delle spese relative e non può sottrarsi alla proprietà: se anche non fa uso dell'antenna, è tenuto in ogni caso a sostenere le spese necessarie alla sua conservazione, ovviamente insieme con gli altri condomini. Se si ha bisogno di procedere all'adeguamento dell'impianto terrestre alla ricezione del segnale digitale, la maggioranza semplice può deliberare l'intervento, a meno che non ci sia bisogno di effettuare sull'antenna delle modifiche sostanziali, in quanto si tratta di effettuare delle opere di ammodernamento di una parte comune. 


COME SI FA

Come si deve procedere per un impianto terrestre non ancora esistente?

Per disporre di antenne in condominio, nel caso in cui non vi sia ancora alcun impianto e i condomini siano intenzionati a installarne uno comune ex novo, c'è bisogno di una deliberazione che sia adottata con le maggioranze imposte nei casi di innovazioni. Va ricordato che l'impianto rappresenta un bene suscettibile di utilizzo separato, il che vuol dire che in questa circostanza il condomino che non è interessato ha la possibilità di decidere di non prendere parte alla spesa.


CHI

Gli inquilini di un condominio e il suo amministratore.


FAQ

1. Come ci si deve comportare nel caso di un impianto satellitare?

Non ci sono differenze tra un impianto terrestre e un impianto satellitare, sempre ammesso che questo sia coevo alla realizzazione dello stabile. Diverso è, invece, il caso in cui l'installazione di antenne in condominio venga effettuata in una fase successiva. L'installazione di questi impianti, per altro, è stata incentivata e vista di buon occhio dal legislatore, come dimostra la legge n. 66 del 2001, allo scopo di agevolare l'innovazione tecnologica e, al tempo stesso, di impedire che i padelloni proliferino su ogni balcone, con le anti-estetiche conseguenze che si possono facilmente immaginare. 

2. Che cosa dice la legge n. 66 del 2001?

L'articolo da prendere in considerazione in proposito è il 2-bis, al tredicesimo comma, che rileva che le opere di installazione di nuovi impianti, con lo scopo di incentivare la diffusione e lo sviluppo delle nuove tecnologie di radiodiffusione da satellite, sono ritenute innovazioni necessarie in base al primo comma dell'articolo 1120 del codice civile; è il terzo comma dell'articolo 1136 del codice civile, invece, a costituire il riferimento normativo per ciò che riguarda l'approvazione delle deliberazioni relative. Tali disposizioni, ad ogni modo, non sono titoli per il riconoscimento di benefici fiscali.

3. Quali sono le regole da rispettare per l'installazione di un impianto autonomo?

Il condominio o il proprietario non possono opporsi all'appoggio di antenne in condominio, secondo quanto stabilito dal d. lgs. n. 259 del 2003 all'articolo 90, nell'immobile di proprietà, se tali antenne sono necessarie per assecondare le esigenze di utenza dei condomini o degli inquilini. Lo stesso vale per l'appoggio dei sostegni e per il passaggio dei fili, delle condutture o di qualsiasi altro impianto, i quali devono essere collocati in modo tale da non rendere impossibile il loro libero utilizzo in base alla loro destinazione. 
vota  

Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c

CONDOMINIO: VOCI CORRELATE

Amministratore di condominio: attribuzioni

di Avv. Simone Scelsa del 31/03/2011

L’amministratore di condominio deve: eseguire le delibere dell’assemblea dei condomini e curare..

Assemblea condominale: verbale

di Avv. Daniela Biavaschi del 23/02/2012

La redazione del verbale costituisce uno dei requisiti che devono essere osservati nell'ambito del p..

Condominio: canna fumaria

di Avv. Armando Stinco del 16/01/2013

Da un punto vista strutturale, la canna fumaria è un elemento atto a convogliare all’esterno, espell..

Condominio: infiltrazioni

di Avv. Marco Direnzo del 08/01/2013

Per Condominio si intende un edificio diviso per piani o porzioni di piano di proprietà di due o più..

Condominio moroso

di Avv. Amerigo Motta del 17/02/2012

Il proprietario di un'unità immobiliare di cui al complesso condominiale deve provvedere al pagament..