Il Professionista su misura per te
o richiedi una
Chiedi una Consulenza o Preventivo Gratuito

Compravendita: prelazione

del 13/07/2016
CHE COS'È?

Compravendita prelazione: definizione

In taluni casi la legge o un patto volontariamente stipulato tra le parti possono attribuire a un soggetto un diritto di prelazione, cioè il diritto di essere preferito, a parità di condizioni, a qualsiasi altro soggetto, nel caso in cui il soggetto passivo della prelazione dovesse decidere di stipulare un determinato contratto. 

Il diritto di prelazione, in ogni caso, non obbliga quest'ultimo soggetto a concludere il contratto di compravendita, in quanto conserva la piena libertà di decidere se e quando vendere un determinato bene. Il diritto di prelazione impone solo al venditore l'obbligo di interpellare l'avente diritto alla prelazione prima di alienare il bene ad un terzo soggetto. 

La prelazione, dunque, attribuisce al beneficiario il diritto ad essere preferito, a parità di condizioni, a qualsiasi altro soggetto.

Avv. Luisella Saldarini
Ordine degli Avvocati di Como
Associazione Comasca Avvocati

COME SI FA

Diritto di prelazione: come si esercita

Prima di alienare un bene a un terzo soggetto, il venditore dovrà sempre e comunque interpellare il titolare del diritto di prelazione

Nel caso di prelazione volontaria, se il venditore non offre il bene al titolare del diritto di prelazione e vende a un terzo, è tenuto al risarcimento dei danni a favore dell'avente diritto alla prelazione, ma il contratto di compravendita concluso con il terzo acquirente non perde efficacia in quanto il patto di prelazione ha una mera efficacia obbligatoria tra le parti. Nel caso di diritto di prelazione legale quest'ultima è opponibile ai terzi, nel senso che in caso di violazione il titolare ha diritto di riscattare il bene dal terzo acquirente.


CHI
Nel caso di prelazione volontaria, quest'ultima può essere costituita a favore di qualunque soggetto tramite un patto di prelazione con il quale una parte promette all'altra di preferirla a qualsiasi terzo nella stipulazione di una futura compravendita.

Si tratta di un contratto preliminare unilaterale che impegna solo il promittente alla conclusione di un contratto definitivo, lasciando l'altra parte libera di decidere se valersi o meno della preferenza. 

Nel caso di prelazione legale, quest'ultima spetta: al coerede, ai sensi e per gli effetti dell'articolo 732 codice civile, nel caso in cui un altro coerede voglia vendere la sua quota di eredità o parte di essa; nella vendita di un fondo rustico, spetta all'affittuario coltivatore diretto di un fondo rustico o, in mancanza, al proprietario coltivatore diretto del fondo confinante (articolo 8 legge 590/1965 e articoli 7-8 legge 817/1971), così come nel caso di alienazione di immobili adibiti ad uso diverso da quello di abitazione, la prelazione spetta al conduttore dell'immobile (articolo 38 legge 392/1978). 

vota  

Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c

COMPRAVENDITA IMMOBILIARE: VOCI CORRELATE

Compravendita: caparra penitenziale

di Avv. Luisella Saldarini del 13/06/2011

La caparra consiste nella consegna, da una parte all'altra, di una somma di denaro o di una quantità..

Compravendita: garanzia per vizi

di Avv. Luca Amati del 06/06/2011

Il codice civile (articolo 1490) stabilisce che il venditore è tenuto a garantire che la cosa vendut..

Rogito

di Arch. Silvia Cipelli del 10/07/2013

Si definisce rogito l’atto pubblico di compravendita di un immobile: sancisce il passaggio di propri..

Compravendita: trattative

di Avv. Pierfrancesco Viti del 19/09/2013

La conclusione del contratto è preceduta dalla fase di trattative preordinate a fissare le condizion..

Convenienza dell’affare immobiliare

di del 08/05/2017

Per valutare la convenienza di un affare immobiliare, sono numerosi gli aspetti che meritano di esse..