Il Professionista su misura per te
o richiedi una
Chiedi una Consulenza o Preventivo Gratuito

False informazioni al Pubblico Ministero

del 19/10/2015
CHE COS'È?

False informazioni al Pubblico Ministero: definizione

Il reato di false informazioni al pubblico ministero viene identificato dall'articolo 371 bis del Codice Penale. In esso si specifica che tale reato si verifica nel momento in cui una persona dichiara il falso durante un procedimento penale, davanti alla richiesta del pubblico ministero (in Italia) o del procuratore della corte penale internazionale (nel caso di un processo internazionale) di fornire informazioni e dichiarazioni necessarie al proseguimento e allo sviluppo delle indagini. Oltre alle dichiarazioni false, viene compreso in questo reato anche il tacere, in maniera parziale o totale, ciò che si sa a proposito dei fatti per i quali viene richiesto l'intervento. Il reato si concretizza sia quando il soggetto è presente direttamente in aula, sia quando è in collegamento audiovisivo, per esempio per una rogatoria all'estero. 


COME SI FA

Qual è la pena prevista?

La pena prevista per il reato di false informazioni al pubblico ministero è la reclusione fino a quattro anni. Nel caso in cui la persona si rifiuti di fornire informazioni, la procedibilità è immediata. Negli altri casi, invece, il procedimento penale rimane in sospeso fino a quando non viene pronunciata la sentenza di primo grado del procedimento in cui le dichiarazioni erano richieste, oppure il procedimento stesso si conclude con la sentenza di non luogo a procedere o con l'archiviazione.

Che differenza c'è tra le false informazioni al pubblico ministero e la falsa testimonianza?

La falsa testimonianza è contemplata dall'articolo 372 del Codice Penale, e si verifica nel momento in cui una persona nega il vero, afferma il falso o tace, in misura parziale o totale, quello che sa a proposito degli avvenimenti per cui viene interrogato quando depone davanti all'autorità giudiziaria in qualità di testimone. Si tratta di una fattispecie criminosa diversa, e non solo perché in questo caso la reclusione può arrivare fino a sei anni. Infatti, nel caso di falsa testimonianza, il momento consumativo rappresenta la fase del giudizio con le sue regole, mentre nel caso di false informazioni al pubblico ministero non si è ancora arrivati alla fase del dibattimento, e quindi il valore più importante che deve essere salvaguardato è costituito dalla tutela della legalità delle indagini e della loro corretta esecuzione. Insomma, i due reati sono diversi perché possono verificarsi unicamente in fasi diverse di un procedimento penale, ma anche perché possono dare vita a conseguenze diverse. Le condotte che hanno a che fare con la falsa testimonianza sono in grado di complicare gli accertamenti a proposito della responsabilità penale del soggetto imputato; quelle che hanno a che fare con le false informazioni al pubblico ministero, invece, riguardando in modo particolare le indagini sono in grado di influenzare soprattutto l'esito delle verifiche delle indagini stesse. Insomma, non si tratta ancora di decidere se una persona è colpevole o meno, ma solo se la persona deve essere sottoposta a processo. 


CHI

L'avvocato penalista, visto che si tratta di un reato sanzionato dal Codice Penale.


FAQ

Per incorrere in questo reato è sufficiente fornire qualsiasi tipo di dichiarazione falsa?

Ovviamente no: se durante un processo una persona dichiara che il tal giorno indossava dei pantaloni grigi e invece portava dei blue jeans, non si configura certo il reato di false informazioni al pubblico ministero. Esso si concretizza unicamente nel momento in cui le false dichiarazioni pregiudicano le indagini, o comunque sono in grado di pregiudicarle potenzialmente. 

Ci sono dei casi particolari di cui tenere conto?

Sì: per esempio, la procedibilità del reato viene sospesa se nel corso dello svolgimento dell'atto istruttorio una persona fornisce dichiarazioni che vengono considerate non veritiere a dispetto dell'invito del pubblico ministero, che viene giustificato poiché ha lo scopo che la persona possa essere indotta dall'incriminazione a rilasciare dichiarazioni compiacenti verso il pubblico ministero stesso o l'autorità inquirente.
vota  

Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c

REATI CONTRO L'AMMINISTRAZIONE DELLA GIUSTIZIA: VOCI CORRELATE

Mancata esecuzione di un ordine del giudice

di Avv. Candida Cianciotta del 07/01/2013

Il reato di mancata esecuzione dolosa di un provvedimento del giudice è disciplinato dall’art. 388 ..

Omissione di referto

di del 24/03/2016

L'omissione di referto è un reato previsto dal Codice Penale, che all'articolo 365 stabilisce una mu..

Favoreggiamento personale

di Avv. Barbara Sartirana del 31/03/2011

Il favoreggiamento personale è il reato attribuibile a chi, in seguito alla commissione di un delitt..

Falsa perizia o interpretazione

di Avv. Barbara Sartirana del 31/03/2011

La falsa perizia o interpretazione è il reato attribuibile all’interprete, ovvero al perito che, nom..

False dichiarazioni al difensore

di del 07/12/2015

Il reato di false dichiarazioni al difensore, che rientra tra i delitti contro l'attività giudiziari..