Il Professionista su misura per te
o richiedi una
Chiedi una Consulenza o Preventivo Gratuito

Donazione: revocazione

del 28/02/2017
CHE COS'È?

Donazione revocazione: definizione

La revoca di una donazione è consentita solo in due casi, secondo quanto previsto dal codice civile all'articolo 800, e cioè la sopravvenienza di figli del donante e l'ingratitudine del donatario. In tutte le altre circostanze, il legislatore impedisce la revoca.


COME SI FA

Perché il legislatore ha previsto queste due possibilità?

Le due possibilità sono completamente diverse tra loro: con l'ingratitudine del donatario si intende sanzionare il suo comportamento irriconoscente, anche se si tratta di una sanzione indiretta, mentre la seconda ipotesi vuole tutelare la piena libertà di scelta del donante anche a posteriori. Si immagina, infatti, che il donante non avrebbe deciso di effettuare la donazione se al momento dell'esecuzione del negozio fosse stato consapevole della sopravvenienza dei figli.

Cosa succede dopo la revoca di una donazione?

In tutti i casi in cui si applica la disciplina della revoca, il donatario viene condannato alla restituzione dei beni. Il donante, infatti, ha il diritto potestativo di far venire meno l'efficacia della donazione, dal momento che la revoca è un'iniziativa unilaterale per cui non c'è bisogno di dichiarazioni del donatario.


CHI

Chi effettua una donazione.


FAQ

1. Quando può essere richiesta la revoca per ingratitudine?

Secondo l'articolo 801 del codice civile, la revoca per ingratitudine può essere richiesta nel caso in cui il donatario abbia arrecato dolosamente un grave pregiudizio al patrimonio del donante o nel caso in cui si sia reso colpevole di una grave ingiuria nei suoi confronti: può essere considerata grave un'ingiuria che presupponga un'offesa del decoro del donante, oltre ai casi previsti dall'articolo 594 del codice penale. Non è tutto: la revoca per ingratitudine può essere chiesta anche se sono stati rifiutati gli alimenti dovuti secondo gli articoli 433 e 436 del codice civile o se il donatario ha tentato di uccidere o ha ucciso volontariamente il donante, un suo ascendente, un suo discendente o il suo coniuge. Nella stessa casistica rientrano tutte le circostanze per le quali il donatario abbia commesso, nei confronti di uno o più dei soggetti menzionati, un fatto a cui si applichino le disposizioni sull'omicidio, come per esempio l'istigazione al suicidio di un bambino con meno di quattordici anni. Una donazione può essere revocata per ingratitudine anche se il donatario ha denunciato in maniera infondata il donante, un suo ascendente, un suo discendente o il suo coniuge, o se ha testimoniato contro di loro falsamente per un reato punibile con la reclusione per almeno tre anni. 

2. In quali casi si può revocare una donazione per la sopravvenienza di figli del donante?

Le ipotesi in questo caso sono molteplici: si può trattare, per esempio, di un figlio che è stato concepito al momento della donazione, e di cui - quindi - il donante non poteva essere a conoscenza. Un altro caso plausibile è quello di una donazione effettuata dopo il riconoscimento di un figlio: la donazione può essere revocata a condizione che non venga accertato che il donante, al momento della donazione, era già consapevole dell'esistenza del figlio. Una ulteriore ipotesi è quella di una donazione stabilita da una persona che non sapeva di avere figli. Va ricordato che la revoca della donazione per la sopravvenienza di figli del donante può essere richiesta entro i cinque anni successivi alla data di nascita dell'ultimo figlio nato nel matrimonio o al giorno in cui si è avuta notizia della sua esistenza.
vota  

Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c

DONAZIONI: VOCI CORRELATE

Donazione fatta da persona incapace

di Avv. Maria Rosaria Santulli del 07/01/2013

“La donazione è il contratto col quale, per spirito di liberalità, una parte arricchisce l’altra, di..

Donazioni: tipi

di del 03/11/2016

Sono diversi i tipi di donazioni che la legge permette di compiere: le persone che intendono disporr..

Donazione: contratto

di del 31/03/2011

La donazione è il contratto con il quale una persona arricchisce l’altra per mero spirito di liberal..

Donazioni tra coniugi

di del 10/04/2017

Le donazioni tra coniugi rappresentano una particolare forma di donazione indiretta, in cui un contr..

Donazione in occasione di matrimonio

di del 16/10/2017

La donazione in occasione di matrimonio, disciplinata dall'articolo 785 del codice civile, si perfez..