Il Professionista su misura per te
o richiedi una
Chiedi una Consulenza o Preventivo Gratuito

Intelligenza emotiva

del 24/09/2012
CHE COS'È?

Intelligenza emotiva: definizione

L'utilizzo di questa forma di intelligenza si fonda sulla capacità di intuire i sentimenti, le aspirazioni e le emozioni delle persone che ci circondano e di avere una piena cognizione del proprio stato d'animo. Questo consente di orientare opportunamente i comportamenti a favore di obiettivi individuali o comuni.

Negli ultimi dieci anni il concetto di Intelligenza emotiva è diventato fondamentale anche in ambito lavorativo poiché strettamente connessa al successo nei rapporti interpersonali e lavorativi; che sia più mutevole dell'intelligenza (quella misurata dal Quoziente Intellettivo) e quindi più addestrabile e migliorabile.

COME SI FA
Le ricerche finora condotte mostrano che i lavoratori che hanno un buon livello di Intelligenza Emotiva tendono ad essere più produttivi sul lavoro, meno inclini a lasciarlo, più soddisfatti della propria mansione, più capaci di gestire positivamente il rapporto con i clienti/utenti anche quando esso sia potenzialmente conflittuale, e tendono a godere di maggior benessere psicofisico.

Se essi sono in posizioni di comando o di coordinamento, si dimostrano più capaci di essere leader positivi, in grado di generare entusiasmo nei propri collaboratori e metterli in grado di agire, di innescare sentimenti positivi, rapporti di gruppo meno conflittuali, migliori prestazioni nella soluzione di problemi, e maggiore coinvolgimento nel lavoro, di incoraggiare chi ne ha bisogno, e così via; questi leader da un lato hanno maggiore consapevolezza di eventuali situazioni dissonanti, di disagio o risentimento, dall'altro sono capaci di affrontarle in modi adeguati anticipando e tenendo conto anche dei vissuti emotivi del gruppo e di come tali vissuti influiscono sul comportamento del gruppo. 

CHI
Essere consapevole della propria intelligenza emotiva e volerla migliorare/addestrare, può essere utile a coloro che sono alla ricerca di una occupazione in linea con le proprie esigenze ed aspettative, o a coloro che hanno già un lavoro e vogliono essere più efficienti e più soddisfatti sia della propria mansione sia del rapporto con colleghi/superiori.

In particolare, quei responsabili/capi/manager che decidano di intraprendere un percorso di consapevolezza della loro intelligenza emotiva impareranno ad utilizzarla come strumento professionale per gestire gruppi di lavoro, conflitti e motivazione tra colleghi e tra collaboratori.

vota  

Con l'inserimento dei miei dati dichiaro di aver preso visione ed accettato il Trattamento dei Dati

FORMAZIONE E CONSULENZA: VOCI CORRELATE

Clima Organizzativo

di Dott. Bizzotto Andrea del 24/09/2012

Il concetto di clima aziendale (poi evoluto in clima organizzativo) nasce negli anni ‘60 come appro..

Giochi formativi

di Dott. Bizzotto Andrea del 11/12/2012

Con giochi formativi si intende, in ambito di formazione lavorativa, l'insieme di metodologie attive..

Gestione dello stress

di Dott. Bizzotto Andrea del 11/09/2013

Per stress si intende un'insieme di sintomi che si scatena in risposta a delle sollecitazioni (ester..

Personal branding

di del 31/12/2015

Il personal branding può essere definito come la capacità di pubblicizzare e di promuovere se stessi..

Leadership situazionale

di del 04/07/2013

Se pensiamo ad un'accezione più ampia del termine leadership, designa la capacità di influire su alt..