Il Professionista su misura per te
o richiedi una
Chiedi una Consulenza o Preventivo Gratuito

Famiglia di fatto: affido congiunto

del 29/12/2015
CHE COS'È?

Famiglia di fatto affido congiunto: definizione

L'affido congiunto per una famiglia di fatto segue le stesse norme che vengono applicate per una famiglia tradizionale. In altre parole, dal punto di vista dell'affidamento non ci sono differenze tra il caso in cui i genitori siano sposati e il caso in cui i genitori non siano sposati: ciò è valido sia per i diritti e i doveri dei genitori, sia per i diritti dei figli. Per quel che riguarda la necessità di fare riferimento a un tribunale, invece, lo scenario cambia. In sostanza, se la coppia è sposata è ovvio che ci si debba rivolgere a un tribunale per ciò che concerne l'affido dei figli, visto che il problema viene preso in considerazione contestualmente alla separazione. Se la coppia non è sposata, invece, non c'è alcun obbligo di rivolgersi a un tribunale, anche se la prassi suggerisce che si tratta di un comportamento raccomandabile: così facendo, infatti, si ha in qualsiasi circostanza l'opportunità di tutelarsi sia dal punto di vista patrimoniale che sotto gli altri profili. A questo proposito, è bene ricordare che gli accordi privati tra i genitori non hanno efficacia giuridica, sia che si tratti di accordi verbali, sia che si tratti di accordi scritti, poiché vertono su diritti indisponibili. Proprio per questo motivo il suggerimento è che i genitori trovino un accordo scritto e lo formalizzino sottoponendolo al vaglio del tribunale con il patrocinio di uno o due avvocati (un legale per ciascun genitore o un solo legale per tutti e due). Il tribunale, in seguito, provvede a ratificarlo, così da renderlo esecutivo. Il procedimento si può concludere nel giro di poche settimane, o al massimo mesi, risultando molto veloce.


COME SI FA

Per un affido congiunto in relazione a una famiglia di fatto, il tribunale competente è quello ordinario; il tribunale per i minorenni, invece, può intervenire unicamente per competenze residuali in relazione a circostanze in cui per i figli potrebbe sussistere un pregiudizio potenzialmente grave.

A chi viene affidato il figlio?

L'intenzione e le indicazioni del legislatore si basano sulla necessità di conferire pari dignità ai due genitori: a differenza di quel che si verificava in passato, quindi, non c'è un solo genitore di riferimento. Per questo motivo oggi in genere i figli sono affidati a tutti e due i genitori, a meno che non vi siano delle forti controindicazioni a farlo, il che vuol dire che la potestà viene esercitata in modo congiunto. Il tutto, naturalmente, non può prescindere dalla valutazione delle tendenze, delle inclinazioni, dei desideri e delle preferenze del figlio.


CHI

Un avvocato esperto in affidamento dei figli.


FAQ

1. Come si concretizza l'affido congiunto per una famiglia di fatto?

Come si può ben immaginare, con un affido congiunto non si può stabilire che il figlio rimanga per tre giorni con il padre, per tre giorni con la madre, poi di nuovo per tre giorni con il padre, per tre giorni con la madre, e così via. Anche se si parla di affido condiviso, dunque, di regola il figlio dorme soprattutto da uno dei due genitori, così che abbia la possibilità di costruirsi un contesto domestico adatto, in cui crescere. Proprio per questa ragione si parla di "collocazione", a indicare appunto il luogo in cui il figlio abiterà in maniera prevalente.

2. Come viene scelta la collocazione?

Dipende: è possibile che i due genitori si trovino d'accordo, e a quel punto al tribunale non resta altro da fare che prenderne atto. In caso di disaccordo, invece, è il tribunale stesso a decidere, sempre considerando i diritti della prole.
vota  

Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c

FAMIGLIA DI FATTO: VOCI CORRELATE

Famiglia di fatto: acquisti compiuti durante la convivenza

di del 28/12/2015

Nel momento in cui una convivenza more uxorio (cioè la famiglia di fatto) si scioglie, possono sorge..

Famiglia di fatto: diritto alla casa familiare

di Avv. Barbara Fracanzani del 15/05/2012

L’unico modello familiare disciplinato compiutamente dall’ordinamento italiano è la “famiglia legitt..

Convivenza

di del 31/03/2011

Per quanto riguarda la disciplina relativa alla convivenza vedi alla voce: famiglia di fatto...

Famiglia di fatto: diritti del genitore non affidatario

di del 27/01/2016

I diritti del genitore non affidatario in una famiglia di fatto (cioè una coppia non sposata) sono g..

Famiglia di fatto: affido esclusivo

di del 11/04/2016

Per una famiglia di fatto, l'affido esclusivo dei figli segue le stesse regole applicate per una cop..