Il Professionista su misura per te
o richiedi una
Chiedi una Consulenza o Preventivo Gratuito

Mutui d'impresa

del 04/05/2012
CHE COS'È?

Mutui d'impresa: definizione

Il mutuo è una tipologia di finanziamento stipulato tra una parte, il mutuante, che consegna all'altra, il mutuatario, una somma di denaro da restituire successivamente entro una data scadenza.
Il mutuo per le imprese è per lo più erogato da istituti di credito e normalmente con finalità di finanziamento di investimenti di varia natura, ma sempre con un orizzonte temporale di medio o lungo periodo. Il mutuo prevede infatti un rimborso graduale in rate periodiche durante la sua vita proprio per consentire al debitore/investitore un adeguato ritorno sull’investimento sottostante.
Meno frequente è il caso di mutui concessi ed erogati per pure finalità finanziarie, di dotazione ulteriore di liquidità. In questi casi la concessione è basata su un'indiscutibile solidità finanziaria e capacità di rimborso della società richiedente.
Nella prassi ci si riferisce spesso al mutuo immobiliare o ipotecario, concesso per finanziare l'acquisto o la costruzione di un bene immobile e garantito dall’ipoteca sull’immobile stesso. Il mutuo chirografario è invece un finanziamento del tutto similare, ma concesso senza ricorso alla concessione di garanzie reali, anche quando presenta identiche caratteristiche di destinazione (investimenti) e di durata (oltre i 18 mesi).

COME SI FA
Come qualsiasi altro finanziamento bancario, il mutuo è oggetto di richiesta da parte dell’impresa o di proposta da parte della banca in funzione dei fabbisogni finanziari relativi a progetti d’investimento specifici o di crescita aziendale.
Nella definizione del mutuo più opportuno le parti devono valutare le caratteristiche principali del finanziamento quali:
  • la durata, in rapporto alla tipologia dell’investimento e alla disponibilità del concedente che deriva anche dalla sua capacità di rifinanziamento sui mercati finanziari;
  • la percentuale di finanziamento rispetto al valore previsto dell’investimento;
  • il tasso d’interesse che può essere variabile (si modifica periodicamente ogni mese, 3 o 6 mesi) in funzione di parametri oggettivi (normalmente il tasso interbancario dei depositi o euribor) oppure fisso per tutta la durata del prestito;
  • la valuta, nel caso il finanziamento sia destinato a coprire costi in valuta diversa dall’euro;
  • il piano di rimborso in rate periodiche, che può anche prevedere un breve periodo (detto di preammortamento) nel quale sono corrisposti solo interessi e non quote di rate del capitale;
  • le garanzie sottostanti, siano esse di natura ipotecaria o provenienti da una terza parte garante in parte come avviene da parte dei consorzi di garanzia fidi, o ad esempio da parte della SACE per le imprese che esportano.
In alcuni casi la banca può richiedere all’impresa la consegna di un business plan o di un piano finanziario, attraverso il quale accertarsi della capacità di restituzione delle rate durante la vita del finanziamento.
Dopo avere definito e negoziato il contenuto del mutuo, banca e impresa si devono accordare sul testo del contratto di mutuo e sulle condizioni accessorie che di norma prevedono alcune commissioni aggiuntive (la commissione d’istruttoria ad esempio) prima di arrivare all’effettiva erogazione del mutuo. Nel caso di mutuo ipotecario l’atto di mutuo viene sottoscritto in presenza di un notaio che provvede contestualmente anche all’iscrizione dell’ipoteca.

CHI
Il mutuo per le imprese è frutto dell' accordo e della contrattazione tra la banca e l’imprenditore, o i suoi collaboratori responsabili dell'area finanza.
Nei casi per i quali la preparazione di un piano finanziario dettagliato, o del piano relativo alla costruzione dell’immobile, sia condizione necessaria alla concessione, il supporto di un professionista esterno può arricchire la qualità del piano e aumentare le probabilità di successo.

vota  

Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c

FINANZA D'IMPRESA: VOCI CORRELATE

Due Diligences

di del 23/02/2017

La due diligence fiscale è il procedimento attraverso cui un potenziale acquirente ha la possibilità..

Finanza d'impresa

di Dott. Fabio Bolognini del 04/05/2012

La finanza d’impresa abbraccia l’insieme delle attività che partono dalla definizione dei mezzi fina..

La centrale Rischi della Banca d'Italia

di Dott. Marcello Pulizzi del 04/12/2013

La Centrale Rischi dalla Banca d’Italia è un sistema informativo che raccoglie e rielabora tutte le ..

Finanziamenti bancari

di Dott. Fabio Bolognini del 18/04/2012

Gli istituti di credito erogano finanziamenti alle imprese in varie forme, che si differenziano per ..

Piani finanziari

di Dott. Fabio Bolognini del 04/05/2012

Il piano finanziario è lo strumento utilizzato dalla funzione finanziaria dell’impresa per valutare ..