Il Professionista su misura per te
o richiedi una
Chiedi una Consulenza o Preventivo Gratuito

Gas Radon

del 06/02/2012
CHE COS'È?

Gas Radon: definizione

Il gas radon, incolore e inodore, è un gas radioattivo "naturale" proveniente dal sottosuolo che può risalire all'interno degli edifici ed è presente ovunque nel nostro territorio, nell'acqua e nell'aria. La quantità dipende, oltre che dalla struttura geologica, anche dal piano di abitazione o di lavoro, dalle abitudini di vita, dal livello di ventilazione presente, dalla tecnologia e dai materiali impiegati nella costruzione, dalle condizioni atmosferiche.
Gli effetti sull'uomo: i danni, anche gravi a dosi elevate, sono a carico dell'apparato respiratorio, soprattutto in luoghi polverosi. La normativa italiana (decreto legge 241/00) obbliga il monitoraggio dei locali interrati adibiti alla permanenza anche saltuaria di persone (sia lavoratori che pubblico) stabilendone i limiti, le modalità di indagine e gli obblighi.

Arch. Fausto Redondo
Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori di Brescia
Fausto Redondo Architetto

COME SI FA
Per individuare la quantità di gas radon, occorre effettuare un indagine. L’indagine più precisa, chiesta e stabilita anche dalla normativa, avviene mediante il posizionamento di “dosimetri” a lunga durata. Esiste comunque la possibilità, consigliata qualora sussistano dei dubbi sulla presenza del gas e prima di eseguire l’indagine per il periodo prolungato, di effettuare uno screening di breve durata con altri tipi di dosimetri o apparecchiature in modo da non aspettare di sapere i risultati dopo 6 – 12 mesi.

CHI
L’indagine prevede la verifica delle caratteristiche dei locali da monitorare. L’indagine del gas radon va effettuato da personale qualificato e con provata esperienza mediante apposite apparecchiature riconosciute dalla normativa.

FAQ

In Lombardia è diffuso il gas radon?

Il gas radon è presente anche in Lombardia. Il gas radon migra dal suolo (o dai materiali da costruzione) e penetra all’interno degli edifici attraverso le fessure (anche microscopiche), gli attacchi delle pareti al pavimento, i passaggi dei vari impianti (elettrico, termico, idraulico).

Quando è utile valutare la presenza del gas radon?

I livelli di radon sono generalmente maggiori nelle cantine e ai piani bassi, seminterrati e interrati. Pertanto, se questi ambienti sono vissuti e utilizzati sarebbe consigliabile un'indagine.

È possibile trovare dei rimedi dopo aver riscontrato alti valori di concentrazione?

Sì. Anche se non è possibile eliminare del tutto il radon dagli ambienti in cui si vive, ci sono metodi (con diversa efficacia) per ridurne la concentrazione nei luoghi chiusi. Fondamentale è comunque che, per le nuove costruzioni, si adottino criteri per prevenire la presenza del radon.
vota  

Con l'inserimento dei miei dati dichiaro di aver preso visione ed accettato il Trattamento dei Dati

GAS TECNICI: VOCI CORRELATE

Acetilene C2H2

di Dr. Ing. Enrico de Carli del 09/02/2011

L’Acetilene C2H2 si produce in piccoli stabilimenti a causa del grande pericolo di esplosione,..

Gas tecnici:trasporto e maneggio

di Dr. Ing. Enrico de Carli del 31/03/2011

Le tecniche di trasporto e maneggio dei gas tecnici tengono conto: delle masse in gioco; de..

Gas tecnici: accumulo

di Dr. Ing. Enrico de Carli del 31/03/2011

Va ricordato che, in sede tecnica o commerciale, parlando di “gas tecnici” si sottintend..

Anidride Carbonica CO2

di Dr. Ing. Enrico de Carli del 31/03/2011

L’anidride Carbonica (CO2) è il più comune prodotto della combustione; alle condizioni ambient..

Il sistema per lo scambio di quota di gas ad effetto serra

di Avv. Diana Yuditxa Bautista Martinez del 13/06/2013

Il Parlamento Europeo e il Consiglio approvavano il 13 ottobre 2003 La Direttiva 2003/87/CE che ist..