Il Professionista su misura per te
o richiedi una
Chiedi una Consulenza o Preventivo Gratuito

Riscatto degli anni universitari

del 15/11/2011
CHE COS'È?

Riscatto degli anni universitari: definizione

Si tratta della possibilità di riscattare ai fini della pensione il periodo del corso legale di studi universitari non coperto da contribuzione, attraverso versamenti a carico dell’interessato. L’importo è determinato dalle norme che disciplinano la liquidazione della pensione che, a seconda della collocazione temporale del periodo oggetto del riscatto, faranno riferimento al sistema retributivo o contributivo.
Condizione necessaria per il riscatto è il conseguimento di un titolo di studio identificato in un diploma universitario o diploma di laurea, in un diploma di specializzazione - successivo alla laurea/diploma universitario - o ancora in un dottorato di ricerca.
I soggetti che hanno facoltà di richiedere il riscatto del periodo di studi universitari sono tutti i lavoratori dipendenti, i lavoratori autonomi, e i lavoratori iscritti a fondi speciali o alla gestione separata (nel caso di collaboratori, professionisti senza cassa di categoria, venditori porta a porta). L’identificazione della tipologia di lavoratore, del periodo da riscattare e della retribuzione percepita, sono elementi utili al calcolo dell’importo del contributo da riscatto.
L’importo del contributo può essere versato in unica soluzione o, a partire dal 01/01/2008, in 120 rate mensili - o in un numero inferiore - senza applicazione di interessi per la rateizzazione.
La legge 247/2007, oltre ad aver introdotto la possibilità di rateizzare il contributo, riconosce la facoltà di riscattare il periodo di studi anche a coloro che non risultano essere mai stati iscritti ad alcuna forma obbligatoria di previdenza e che quindi non abbiano iniziato alcuna attività lavorativa. L’onere da riscatto, in questo caso, verrà calcolato prendendo come riferimento il livello minimo imponibile annuo degli artigiani e commercianti.
La convenienza nel riscattare il periodo di studi universitari è un’affermazione ancora incerta, il versamento di contributi da riscatto potrebbe essere considerata un vantaggio se valido ai fini del raggiungimento del diritto alla pensione. Considerando l’attualità dell’argomento relativo alle pensioni, il versamento di tali contributi potrebbe invece risultare ai soli fini del computo della pensione, pertanto se ne dovrà valutare l’investimento.


COME SI FA
La richiesta per il riscatto degli anni universitari avviene tramite domanda da presentare, in via telematica o cartecea, all’Ente previdenziale al quale si versano i contributi obbligatori, o al quale si verseranno nel caso di soggetti non iscritti ad alcuna forma obbligatoria di previdenza.

CHI
Per la presentazione delle domande o per informazioni e consigli relativamente alla convenienza del riscatto, i soggetti interessati possono rivolgersi direttamente all’Ente presso il quale versano o intendono versare i contributi, ad un consulente del lavoro specializzato in materia di calcolo delle pensioni o a un patronato.

FAQ

Nel caso di soggetto non iscritto ad alcuna forma previdenziale che ha versato contributi da riscatto solo in parte e che successivamente trovi un’occupazione versando così una contribuzione obbligatoria, quali sono gli effetti sulla parte di contrib

Il soggetto interessato dovrà continuare con il pagamento della restante parte dei contributi da riscatto seguendo le regole generali valide per gli iscritti alla forma di previdenza obbligatoria.

Esiste un periodo consigliato per cominciare a pagare i contributi da riscatto della laurea?

La richiesta di riscatto può essere fatta in qualsiasi momento, è certamente consigliato cominciare il prima possibile considerando che per la determinazione dell’onere di riscatto si fa riferimento alla retribuzione percepita e all’età del soggetto.
vota  

Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c

PENSIONI: VOCI CORRELATE

Calcolo della pensione di anzianità

di Redazione Professionisti del 28/09/2015

Quando una persona è vicina all'età pensionabile cerca generalmente di calcolare l'entità della sua ..

Pensione di reversibilità

di Barbara Colombo del 27/10/2011

La pensione ai superstiti è il trattamento che, alla morte del lavoratore assicurato o del pensionat..

Pensione integrativa

di Barbara Colombo del 27/10/2011

Nel nostro Paese negli ultimi decenni si vive di più: è aumenta la popolazione anziana e come conseg..

Pensione di anzianità

di Barbara Colombo del 26/08/2011

La legge di riforma del sistema pensionistico legge n. 335/95, ha completamente ridefinito il regime..

Pensione di vecchiaia

di del 02/10/2015

La pensione di vecchiaia è il riconoscimento, da parte dell’Ente erogante, di un assegno mensile co..