CERCA UN PROFESSIONISTA
CERCA NELL'ENCICLOPEDIA
 

Liquidazione coatta amministrativa: liquidazione dell'attivo


Aggiornato al 03/04/2012

CHE COS'È
Il procedimento di liquidazione dell'attivo proprio della procedura concorsuale della liquidazione coatta amministrativa si compone di tre fasi, tra loro susseguenti:

  1. la formazione dello stato passivo;
  2. la liquidazione in senso stretto;
  3. la ripartizione dell'attivo tra i creditori.
Le attività relative alla liquidazione vengono eseguite dal commissario liquidatore, secondo le direttive stabilite dall'autorità di vigilanza e sotto il controllo del comitato di sorveglianza.
COME SI FA
La formazione dello stato passivo avviene attraverso la comunicazione ai creditori noti da parte del commissario liquidatore delle somme che, sulla base delle scritture contabili, risultano a credito di ciascuno; analoga comunicazione viene fatta ai titolari di domande di rivendicazione, restituzione e separazione possedute dall'impresa soggetta a liquidazione.
I creditori e i terzi che pur non avendo ricevuto la comunicazione sono legittimati, possono domandare, mediante raccomandata ed entro sessanta giorni dalla pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale del provvedimento di liquidazione, il riconoscimento dei propri crediti e la restituzione dei loro beni.
Si apre una fase interlocutoria tra il commissario liquidatore e i creditori i quali possono presentare le loro osservazioni e istanze.
Il commissario, quindi, forma in via definitiva lo stato passivo depositando l'elenco dei crediti ammessi e respinti nella cancelleria del luogo dove l'impresa ha la sede principale e dà comunicazione ai creditori delle pretese non ammesse in tutto o in parte.
Segue la fase liquidatoria in senso stretto, volta a convertire in liquidità il patrimonio consolidato della società, comprensivo cioè di beni, crediti e diritti.
Per la vendita di immobili ovvero per la vendita in blocco di beni mobili sono necessari l'autorizzazione dell'autorità di vigilanza e il parere del comitato di sorveglianza. 
Le somme così ricavate vengono distribuite tra i creditori. La ripartizione dell'attivo avviene secondo il seguente ordine:
  • crediti prededucibili, definiti tali dalla legge o sorti in occasione e in funzione della procedura di liquidazione coatta;
  • crediti assistiti da cause di prelazione;
  • creditori chirografari.
CHI
Gli organi della procedura sono l'autorità di vigilanza, la quale dispone la liquidazione coatta amministrativa, il comitato di sorveglianza e il commissario liquidatore dalla prima nominati.

Questa spiegazione ti è stata utile?
Vuoi collaborare a migliorare il contenuto? La spiegazione..
Registrati e Fai una domanda




Uomo
Donna
(non verrà pubblicato)

(scegli dall'elenco)



* Con l'inserimento dei tuoi dati dichiari di aver letto ed accettato le condizioni d'uso del sito ed il trattamento dei dati da parte di Professionisti s.r.l.
se vuoi accettare i consensi separatamente

Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di Professionisti s.r.l.
come specificato all' art 3b
Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di società terze anche relative ad indagini di mercato su prodotti e servizi operanti nel settore editoriale, largo consumo e distribuzione, finanziario, assicurativo, automobilistico, dei servizi e ad organizzazioni umanitarie e benefiche come specificato all' art 3c

STUDI COMPETENTI SULLA VOCE

Avvocati

Avvocato Maria Nefeli Gribaudi

Via Siracusa 6
20122 Milano (MI)
Tel. 025456320 - Fax. 0289877576

avvocato@nefeligribaudi.com - www.nefeligribaudi.com

IN EVIDENZA
Condominio, Consulenze civilistiche, Consumatori, Responsabilità medica
Avvocati

Studio Legale Viti - Patella

via Nicola Bavaro, 75
70123 Bari (BA)
Tel. www.studioviti.it

pierfrancescoviti@studioviti.it - www.studioviti.it

IN EVIDENZA
Contratti commerciali, Violazioni del codice della strada, Condominio, Rapporto di lavoro, Energie rinnovabili, Fallimento, Illeciti amministrativi, Recupero crediti, Processo civile, Contrattualistica Pubblica Amministrazione
Avvocati

NL Studio Legale

Piazza Castello, 24
20121 Milano (MI)
Tel. 0272020041 - Fax. 0247921271

info@studio-nl.com - www.studio-nl.com

IN EVIDENZA
Consulenze civilistiche, Procedure concorsuali, Società commerciali, Marchi e brevetti, Recupero crediti, Prodotti finanziari, Tutela del lavoratore, Consumatori, Responsabilità medica, Tutela dei diritti
CALCOLO MINI IMU
Inserisci la tua rendita
catastale e procedi al
Calcolo Mini IMU →







VOCI CORRELATE

Stato di insolvenza
Aggiornato al 03/04/2012


Liquidazione coatta amministrativa
Aggiornato al 03/04/2012


Amministrazione straordinaria
Aggiornato al 30/03/2012


Amministrazione controllata
Aggiornato al 30/03/2012


[x] chiudi

Commissario giudiziale
Aggiornato al 28/10/2011



FEED
SHARE
Scrivici  per informazioni sul servizio
La redazione è offline