Il Professionista su misura per te
o richiedi una
Chiedi una Consulenza o Preventivo Gratuito

Esame impatto paesistico

del 26/09/2011
CHE COS'È?

Esame impatto paesistico: definizione

L'esame di impatto paesistico è la pratica obbligatoria nei casi di realizzazione di interventi edilizi quali: nuova costruzione, ristrutturazione edilizia, ampliamento, recupero sottotetto o altri specifici interventi che possano compromettere la percezione del paesaggio circostante. 
Il rilascio del "permesso di costruire" o comunque l'efficacia delle pratiche edilizie DIA e SCIA  sono subordinate al superamento dell'esame di impatto paesistico.

Geom. Alice Cominazzini
Collegio dei Geometri e Geometri Laureati della Provincia di Milano
Arcom3 Architettura e Multimedia Srl

COME SI FA
La pratica dell'esame di impatto paesistico dei progetti, in linee generali a livello “nazionale” dovrà essere completa dei seguenti documenti ed elaborati:

  • relazione paesaggistica (obbligatoria se la valutazione di impatto paesistico dovesse risultare superiore alla soglia di rilevanza);
  • relazione di progetto (in caso si preferisca approfondire e specificare meglio valutazioni attribuite all'incidenza;
  • stato di fatto: inquadramento territoriale, rilievo tecnico e fotografico, planimetria generale, eventuale piano quotato;
  • progetto: planimetria generale, piante, prospetti e sezioni, completi di specifiche dei materiali colori, finiture e dimensioni;
  • inserimento paesaggistico, mediante simulazioni fotorealistiche, confrontabili con le fotografie selezionate e allegate, per la rappresentazione dello stato di fatto;
  • modulistica fornita dall'Amministrazione Comunale (Sportello Unico per l'Edilizia).
In merito all'esito della valutazione di impatto paesistico, la pratica può essere promossa oppure bocciata dall'Amministrazione Comunale e dalla Commissione Paesaggistica, con eventuale richiesta di apportare leggere o sostanziali modifiche al progetto, ai fini del miglioramento del suo impatto paesaggistico.

CHI
La pratica viene predisposta e presentata dal Progettista (architetto, ingegnere, geometra, in base alle specifiche competenze) e deve essere firmata sia dalla Proprietà, sia dal Progettista incaricato.

vota  

Con l'inserimento dei miei dati dichiaro di aver preso visione ed accettato il Trattamento dei Dati

PRATICHE EDILIZIE: VOCI CORRELATE

Regolamento locale d'igiene

di Arch. Claudia Boni del 03/04/2013

Il regolamento di igiene è un atto normativo che, insieme alle norme statali, regionali, provinciali..

CIAL - Comunicazione d'Inizio Attività Libera

di Arch. Simona Ferradini del 14/10/2011

La Comunicazione di Inizio Attività di Edilizia Libera (CIAL) è un adempimento da presentare nel Com..

Certificato di compatibilità paesaggistica

di del 10/10/2016

Il certificato di compatibilità paesaggistica può essere rilasciato solo: per l'uso di materiali dif..

Cambiamento di destinazione d'uso

di Arch. Simona Ferradini del 08/04/2014

Il cambiamento di destinazione d’uso è la trasformazione d’uso con opere edilizie di locali adibiti ..

Denuncia di inizio attività edilizia - DIA

di del 07/09/2011

La DIA (Denuncia di Inizio Attività Edilizia) è un provvedimento amministrativo inoltrato all’Autori..