Il Professionista su misura per te
o richiedi una
Chiedi una Consulenza o Preventivo Gratuito

Restauro fabbricati

del 06/03/2012
CHE COS'È?

Restauro fabbricati: definizione

La legge 457 del 1978 norme per l'edilizia residenziale all'articolo 31 definisce gli interventi edilizi di restauro al lettera c): interventi di restauro quelli rivolti a conservare l'organismo edilizio e ad assicurarne la funzionalità mediante un insieme sistematico di opere che, nel rispetto degli elementi tipologici, formali e strutturali dell'organismo stesso, ne consentono destinazioni d'uso con essi compatibili, tali interventi comprendono il consolidamento, il ripristino e il rinnovo degli elementi costitutivi dell'edificio, l'inserimento degli elementi accessori e degli impianti richiesti dalle esigenze dell'uso, l'eliminazione degli elementi estranei dell'organismo edilizio.
L'articolo 65 del regolamento edilizio di Milano: sono di restauro gli interventi diretti alla conservazione della costruzione, delle sue qualità, del suo significato e dei suoi valori, il consolidamento di elementi costitutivi e l'inserimento di accessori e impianti così da recuperarne l'uso purché non risultino alterate la forma e la distribuzione; alla valorizzazione delle costruzioni quando risulti opportuna anche sotto il profilo ambientale mediante operazioni sistematiche e d'insieme indirizzate a liberare strati storicamente e artisticamente rilevanti e documentatamente autentici; alla conservazione, al recupero e alla ricomposizione di reperti e di spazi, sia interni che esterni di per sé significativi o che siano parte di edifici, ambienti e complessi meritevoli di tutela ivi compresi quelli di matrice industriale.

COME SI FA
Per realizzare interventi di restauro è necessario presentare la richiesta di autorizzazione edilizia nel comune di competenza che può essere formulata attraverso la SCIA o DIA. o il permesso di costruire; sarà  il tecnico incaricato a valutare quale degli strumenti è il più appropriato e corretto.
Il progetto di risanamento conservativo quando è realizzato su edifici vincolati necessita dell'autorizzazione della sovrintendenza ai monumenti.

CHI
Generalmente il tecnico esperto in materia è l'architetto che, in caso fosse necessario eseguire un consolidamento statico, si avvale della consulenza di un ingegnere.

FAQ

Per eseguire opere edilizie di restauro è necessario pagare gli oneri di urbanizzazione?

No, in quanto non è prevista la possibilità di realizzare opere di ampliamento o cambi di destinazione d'uso.

Qual è la differenza tra il restauro e il risanamento conservativo?

Le opere di risanamento conservativo, al contrario di quelle di restauro, possono prevedere anche interventi edilizi alle strutture portanti dell'edificio e la parziale demolizione e ricostruzione del fabbricato.
vota  

Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c

COSTRUZIONI EDILIZIE: VOCI CORRELATE

Direzione dei lavori architettonici

di Arch. Walter Caglio del 21/04/2011

La Direzione dei Lavori Architettonici è un'operazione svolta da un tecnico con lo scopo di seguire ..

Costruzioni: manutenzione straordinaria

di del 29/06/2016

La manutenzione straordinaria è una tipologia di intervento edilizio che comporta opere e modifiche ..

Edilizia: studi di fattibilità

di Arch. Carlo Cominazzini del 23/09/2011

Per studio di fattibilità nell'ambito edile si intende uno studio mirato a definire se un progetto e..

Costruzioni: manutenzione ordinaria

di del 06/03/2012

La manutenzione ordinaria è una tipologia di intervento edilizio comportante opere di riparazione, r..

Risanamento conservativo fabbricati

di Arch. Simona Ferradini del 08/01/2014

La legge 457 del 1978 norme per l'edilizia residenziale all'articolo 31 definisce gli interventi edi..