Il Professionista su misura per te
o richiedi una
Chiedi una Consulenza o Preventivo Gratuito

Legislazione società estere controllate - CFC rules

del 17/11/2011
CHE COS'È?

Legislazione società estere controllate - CFC rules: definizione

Le CFC rules sono normative adottate da paesi a tassazione ordinaria al fine di contrastare il trasferimento di reddito imponibile verso i paesi a regime di fiscalità privilegiata: fenomeno sempre più massiccio negli ultimi decenni. 
Al verificarsi delle condizioni stabilite dalle singole normative nazionali, l’Amministrazione Finanziaria sarà legittimata ad imputare alla società controllante residente i redditi dei soggetti partecipati non residenti (Controlled Foreign Companies). 
In Italia tale legislazione è stata introdotta con l'articolo 1, comma 1, della legge 21/11/2000 n. 342, che ha inserito nel decreto Presidente della Repubblica n. 917/86 l'articolo 127-bis. Il decreto legislativo n. 344/2003 (decreto Ires), in attuazione dei criteri direttivi contenuti nella legge delega n. 80/2003, da un lato ha trasfuso senza grandi modifiche il testo dell'articolo 127-bis nel nuovo articolo 167 e, dall'altro, ha introdotto l'articolo 168 in materia di imprese estere collegate. 

Avv. Giancarlo Marzo 
Ordine degli Avvocati di Bari 
Loconte & Partners Studio Legale e Tributario

COME SI FA
Il decreto legge n. 78/2009 ha apportato modifiche alla disciplina delle CFC prevista dall'articolo 167 del TUIR, successivamente nella circolare dell’Agenzia delle Entrate n. 51/E del 6 ottobre. 
L’articolo 167 del TUIR prevede che, qualora un soggetto residente in Italia controlli, direttamente o indirettamente, un’impresa residente o localizzata in uno stato cosiddetto black list (rientrante nell'elenco di cui al decreto ministeriale 21 novembre 2001), i redditi conseguiti dalla partecipata estera sono tassati separatamente per trasparenza in capo al socio residente, previa rideterminazione degli stessi secondo le disposizioni ordinariamente previste per la determinazione del reddito d’impresa. 
La tassazione per trasparenza, tuttavia, non si applica qualora il soggetto controllante residente, presentando interpello, ottenga la disapplicazione della normativa. Sono previste inoltre due ulteriori condizioni di disapplicazione, operanti in modo autonomo e indipendente l’una dall'altra. 
La prima esimente si verifica qualora il soggetto controllante residente sia in grado di dimostrare che la partecipata estera svolga “un'effettiva attività industriale o commerciale, come sua principale attività, nel mercato dello stato o territorio di insediamento; per le attività bancarie, finanziarie e assicurative quest'ultima condizione si ritiene soddisfatta quando la maggior parte delle fonti, degli impieghi o dei ricavi originano nello stato o territorio di insediamento” (articolo 167, comma 5, lettera a) del TUIR). La seconda esimente ricorre invece qualora il soggetto controllante residente dimostri che dal possesso delle partecipazioni non consegua "l'effetto di localizzare i redditi in stati o territori diversi da quelli di cui al decreto del Ministro dell'economia e delle finanze emanato ai sensi dell'articolo 168-bis”.

CHI
Avvocati tributaristi e dottori commercialisti.

vota  

Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c
STUDI COMPETENTI IN MATERIA

TRANSFER PRICING: VOCI CORRELATE

Transfer pricing: Controllo

di Dott. Stefano Aldovisi del 20/09/2011

L’applicazione della disciplina dei prezzi di trasferimento presuppone l’esistenza di una transazi..

Transfer pricing: Documentazione

di del 20/09/2011

La corrispondenza dei prezzi di trasferimento infragruppo ai principi di libera concorrenza o del “v..

Transfer pricing: Metodo del rendimento del capitale investito - ROI Method

di Dott. Stefano Aldovisi del 20/09/2011

Il metodo del rendimento del capitale investito (ROI Method) il parametro di confronto utilizzato p..

Transfer pricing: Metodo del costo maggiorato - Cost Plus Method

di Dott. Stefano Aldovisi del 20/09/2011

Il metodo del costo maggiorato (Cost Plus Method) prende come riferimento i costi sostenuti dal forn..

Transfer pricing: Principio di libera concorrenza - Arm's lenght principle

di Dott. Stefano Aldovisi del 15/07/2016

L’Arm's lenght principle è il principio di libera concorrenza stabilito dalle Linee Guida dell’OCSE ..