Il Professionista su misura per te
o richiedi una
Chiedi una Consulenza o Preventivo Gratuito

Transfer pricing: Valore nominale

del 20/09/2011
CHE COS'È?

Transfer pricing Valore nominale: definizione

Ai sensi dell’articolo 9, comma 3 del DPR 917/1986 (Testo Unico delle Imposte Dirette) per valore normale si intende il prezzo o corrispettivo mediamente praticato per i beni e i servizi della stessa specie o similari, in condizioni di libera concorrenza e al medesimo stadio di ommercializzazione, nel tempo e nel luogo in cui i beni o servizi sono stati acquisiti o prestati, e, in mancanza, nel tempo e nel luogo più prossimi.

Dott. Stefano Aldovisi
Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti contabili di Milano
ADZ Morison


COME SI FA

Ai sensi dell’articolo 9, comma 3 del DPR 917/1986 (Testo Unico delle Imposte Dirette) per la determinazione del valore normale si fa riferimento, in quanto possibile,ai listini o alle tariffe del soggetto che ha fornito i beni o i servizi e, in mancanza, ai mercuriali e ai listini delle camere di commercio e alle tariffe professionali, tenendo conto degli sconti d'uso.
In realtà il tema della definizione del “valore normale” ha portato non poche difficoltà sia nell’armonizzazione in sede di normativa europea, nonché internazionale, sia in tema di definizioni.
Una prima difficoltà sembra scaturire dal fatto che i prezzi di trasferimento, determinati ai fini fiscali, spesso non rispondono più ad alcuna logica commerciale di fondo. In particolare, sempre più sembra diffondersi, tra le grandi imprese, la pratica di adottare, negli scambi commerciali infragruppo, prezzi di trasferimento standard per i prodotti intermedi, a prescindere dal soggetto da cui i beni sono acquistati all'interno del gruppo. L’attuale nozione di valore normale sembra perciò poggiare su una sorta di finzione che impone alle parti collegate di determinare prezzi infragruppo come se fossero entità indipendenti.
Inoltre, l'applicazione dei vari metodi volti a determinare il prezzo di trasferimento “corretto” – ossia basato sul valore normale –, in relazione ad una determinata operazione infragruppo, sta diventando sempre più complicata ed onerosa.
Per di più, vi sono ancora sostanziali divergenze tra gli Stati membri nell'applicazione dei metodi di determinazione dei prezzi di trasferimento.


CHI

Professionisti esperti di transfer pricing.


vota  

Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c
STUDI COMPETENTI IN MATERIA

TRANSFER PRICING: VOCI CORRELATE

Legislazione società estere controllate - CFC rules

di del 17/11/2011

Le CFC rules sono normative adottate da paesi a tassazione ordinaria al fine di contrastare il trasf..

Transfer pricing: Principio di libera concorrenza - Arm's lenght principle

di Dott. Stefano Aldovisi del 15/07/2016

L’Arm's lenght principle è il principio di libera concorrenza stabilito dalle Linee Guida dell’OCSE ..

Transfer pricing: Procedura di comparazione

di Dott. Stefano Aldovisi del 20/09/2011

Procedura di confronto tra le condizioni (prezzi, margini, indicatori di redditività) che intervengo..

Transfer pricing: Advance Price Agreement - APA

di Dott. Stefano Aldovisi del 20/09/2011

L’APA (Advance Price Agreement), o transfer pricing, è largamente diffuso presso i Paesi aderenti al..

Transfer pricing: Documentazione

di del 20/09/2011

La corrispondenza dei prezzi di trasferimento infragruppo ai principi di libera concorrenza o del “v..