Il Professionista su misura per te
o richiedi una
Chiedi una Consulenza o Preventivo Gratuito

Currency futures

del 17/07/2013
CHE COS'È?

Currency futures: definizione

Gli strumenti finanziari di partecipazione e/o di credito possono diventare oggetto di altri contratti definiti strumenti a titoli derivati. Essi incorporano la promessa di eseguire una prestazione basata sull’andamento del prezzo di una o più attività (merci, attività finanziarie, tassi di interesse, valute, ecc.) detta sottostante. L’esecuzione della prestazione deve essere eseguita a una data futura. I futures, infatti, sono contratti derivati in cui le parti s’impegnano a scambiarsi il sottostante in futuro (solitamente la scadenza del contratto è di uno o tre mesi). Le currencies futures sono contratti derivati il cui sottostante è rappresentato da una coppia di valute. Il movimento dei prezzi di tale coppia è dato dalla compravendita di una valuta piuttosto che dell’altra.

Nelle currencies futures, se la valuta espressa al numeratore è il dollaro, allora la quotazione sarà detta diretta, cioè si indicherà quanta valuta nazionale serve per ottenere un dollaro americano. Se invece la valuta nazionale, come per esempio l’euro, si trovasse al numeratore ed il dollaro al denominatore, il rapporto prenderebbe il nome di: quotazione indiretta. Tale rapporto sta ad indicare quanti dollari sono necessari per ottenere un euro.

Il mercato in cui poter compiere azioni di compravendita di una valuta, rispetto ad un’altra, è chiamato FOREX (Foreign Exchange o cambio di valuta straniera).

Lo scambio di valute più imponente è effettuato su sette valute internazionali di pari importanza. Le valute sono divise in Principali (Majors) e Commodity (termine non traducibile appropriatamente in italiano, indicante un bene primario).

 Gli strumenti finanziari di partecipazione e/o di credito possono diventare oggetto di altri contratti definiti strumenti a titoli derivati. Essi incorporano la promessa di eseguire una prestazione basata sull’andamento del prezzo di una o più attività (merci, attività finanziarie, tassi di interesse, valute, ecc.) detta sottostante. L’esecuzione della prestazione deve essere eseguita a una data futura. I futures, infatti, sono contratti derivati in cui le parti s’impegnano a scambiarsi il sottostante in futuro (solitamente la scadenza del contratto è di uno o tre mesi). Le currencies futures sono contratti derivati il cui sottostante è rappresentato da una coppia di valute. Il movimento dei prezzi di tale coppia è dato dalla compravendita di una valuta piuttosto che dell’altra.

Nelle currencies futures, se la valuta espressa al numeratore è il dollaro, allora la quotazione sarà detta diretta, cioè si indicherà quanta valuta nazionale serve per ottenere un dollaro americano. Se invece la valuta nazionale, come per esempio l’euro, si trovasse al numeratore ed il dollaro al denominatore, il rapporto prenderebbe il nome di: quotazione indiretta. Tale rapporto sta ad indicare quanti dollari sono necessari per ottenere un euro.

Il mercato in cui poter compiere azioni di compravendita di una valuta, rispetto ad un’altra, è chiamato FOREX (Foreign Exchange o cambio di valuta straniera).

Lo scambio di valute più imponente è effettuato su sette valute internazionali di pari importanza. Le valute sono divise in Principali (Majors) e Commodity (termine non traducibile appropriatamente in italiano, indicante un bene primario).

 


COME SI FA

Il mercato delle valute viene chiamato Forex. In tale mercato chi vi opera può comprare una valuta di un determinato paese a fronte della propria o di un’altra. Le motivazioni che spingono tali soggetti ad operare in tale mercato sono di due tipi:

  • ad uso di copertura: La compravendita di una valuta piuttosto che di un’altra viene generalmente fatta per coprirsi dal c.d. rischio di cambio. Ad esempio, una società multinazionale che deve ricevere un pagamento per servizi resi da una terza parte straniera, essendo pagata nella valuta del paese in cui ha offerto il proprio servizio, si può coprire dall’oscillazione dei prezzi vendendo un quantitativo tale di moneta straniera. In tal modo, se per esempio, la società XXX con sede in Italia, vendesse un ammontare di merci in America, essendo pagata in dollari, potrebbe ripararsi dalle oscillazioni del cambio Eurodollaro, comprando un tot di contratti EUR/USD. In questo modo, l’apprezzamento dell’euro che andrebbe ad erodere il guadagno reale dell’operazione commerciale fatta, sarebbe compensato dal guadagno derivante dall’operazione finanziaria.
  • ad uso speculativo: i contratti derivati scambiati nei mercati regolamentati come il Forex, possono essere comprati e/o venduti prima della scadenza oggetto del contratto, di fatto speculando sulla differenza di prezzo tra quello di acquisto del contratto e di vendita dello stesso e viceversa.

Per poter compiere azioni di compravendita il soggetto dovrà appoggiarsi ad un soggetto autorizzato, come per esempio un Forex Broker Online, presenti oggi con innumerevoli offerte.


CHI

Chi opera nei futures in generale e nelle currency futures in particolare, sono due figure professionali:

  1. I broker: che fanno attività di compravendita per conto di banche o altri soggetti abilitati che decidono il tipo di operazione da fare (se comprare o vendere).
  2. I trader: che fanno attività di compravendita per conto proprio, investendo direttamente i propri o altrui soldi (come dipendenti di banche, sim, sgr o altri soggetti disciplinati ex dlgs. 58/98).

 


vota  

Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c

PRODOTTI FINANZIARI: VOCI CORRELATE

Derivati

di Avv. Silvia Savigni del 19/04/2012

I derivati sono strumenti finanziari complessi il cui valore dipende (deriva) da un’attività finanzi..

Interest rate swap

di Avv. Silvia Savigni del 10/11/2011

Il contratto di Interest rate swap (IRS) appartiene alla più ampia categoria dei contratti di swap (..

Bond

di Avv. Silvia Savigni del 19/04/2012

Il termine inglese bond indica il certificato rilasciato dallo Stato (o altro ente) o da una società..

Future

di Avv. Giovanni Carotenuto del 10/11/2011

Il future è un contratto a termine con il quale una parte si impegna ad acquistare o vendere, a una ..

Swap

di Avv. Giovanni Carotenuto del 10/11/2011

Lo swap è un contratto derivato con il quale due soggetti si scambiano somme di denaro individuate a..