Il Professionista su misura per te
o richiedi una
Chiedi una Consulenza o Preventivo Gratuito

PNL - Programmazione Neuro Linguistica

del 10/11/2015
CHE COS'È?

PNL - Programmazione Neuro Linguistica: definizione

La programmazione neuro linguistica, spesso indicata con l'abbreviazione PNL o con l'espressione inglese neuro linguistic programming, è un sistema di life coaching che consiste in un metodo psicologico alternativo basato su uno specifico approccio alla psicoterapia, allo sviluppo personale e alla comunicazione. Ideato da John Grinder e da Richard Bandler negli anni Settanta del secolo scorso, si basa sulla concezione che esista una connessione tra gli schemi di comportamento che si apprendono con l'esperienza (la cosiddetta programmazione), il linguaggio e i processi neurologici, e che tale connessione possa essere organizzata e sfruttata in modo tale da ottenere, nella vita, obiettivi particolari. Il modello terapeutico della programmazione neuro linguistica, pur facendo riferimento all'ipnosi ericksoniana e ad altre tecniche riconosciute, non ha validità dal punto di vista scientifico. 


COME SI FA

In cosa consiste la programmazione neuro linguistica?

Stando alla definizione che viene fornita dall'Oxford English Dictionary, essa non è altro che un modello di comunicazione tra le persone che, in maniera prevalente, si occupa della relazione tra le esperienze soggettive, cioè gli schemi di pensiero, e gli schermi di comportamento che da essi derivano. Si tratta, dunque, di un sistema di terapia alternativa che vuole portare le persone a una comunicazione più efficace e a una maggiore consapevolezza di sé.

Quali sono gli scopi di questo progetto?

L'obiettivo più significativo della programmazione neuro linguistica è quello di sviluppare delle reazioni e delle abitudini di successo, in modo tale da ridurre i comportamenti indesiderati, cioè limitanti, e da amplificare quelli efficaci, cioè facilitanti. Si deve innescare, in pratica, un cambiamento, che può verificarsi, per esempio, con la riproduzione dei comportamenti tenuti da persone di successo, in modo tale da generare, secondo la cosiddetta tecnica del modellamento, un nuovo strato di esperienza. 


CHI

Uno psicologo, uno psicoterapeuta o un life coach.


FAQ

1. Qual è l'idea principale della programmazione neuro linguistica?

Il concetto alla base va individuato nell'idea per cui tutto l'individuo interagisce nelle varie componenti che lo costituiscono e lo definiscono - cioè la sua fisiologia, le sue convinzioni e il suo linguaggio - dando vita a percezioni che hanno specifiche caratteristiche sia dal punto di vista quantitativo che dal punto di vista qualitativo: in pratica, dalla soggettiva interpretazione di questa struttura deriva il significato che ogni persona attribuisce al mondo. Nel momento in cui la struttura percettiva subisce una trasformazione, e cioè l'universo simbolico di riferimento, definibile come mappa, viene cambiato, il soggetto può andare incontro a comportamenti e atteggiamenti differenti. Ricorrendo a tecniche di cambiamento ad hoc, la percezione del mondo può, a sua volta, mutare, così come le risposte a tale percezione.

2. Perché la programmazione neuro linguistica ha questo nome così particolare?

I fondatori della disciplina, puntando su questa denominazione, hanno voluto porre l'accento sulle tre componenti che, a loro dire, la caratterizzano. La componente linguistica ha a che fare con il sistema tramite il quale nell'uomo i processi mentali vengono codificati attraverso il linguaggio, che contribuisce anche a trasformarli e a organizzarli. La componente neurologica, invece, ha a che fare con i vari processi neurologici che determinano l'agire e il comportamento delle persone, il quale dipende dalle modalità con cui gli stimoli provenienti dagli organi di senso vengono ricevuti dal sistema nervoso, che poi li rielabora come rappresentazioni e come percezioni. La componente relativa alla programmazione, infine, ha a che fare con la capacità di condizionare in maniera diretta le modalità di comportamento che si fondano sulle singole esperienze. 

3. Quali sono gli effetti della programmazione neuro linguistica?

Secondo i suoi inventori, essa potrebbe servire per curare e / o alleviare i disturbi psicosomatici, le abitudini ossessive, gli stati depressivi e le fobie, cioè problemi connessi con la psicoterapia.
vota  

Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c

FORMAZIONE E CONSULENZA: VOCI CORRELATE

Comunicazione persuasiva

di del 27/08/2012

La comunicazione persuasiva è la capacità di attivare un comportamento comunicativo volto a trasmett..

Mappe mentali

di Dott. Bizzotto Andrea del 08/10/2012

La mappa mentale è una tecnica che consiste nella rappresentazione di un termine chiave o un'idea do..

Gestione dello stress

di Dott. Bizzotto Andrea del 11/09/2013

Per stress si intende un'insieme di sintomi che si scatena in risposta a delle sollecitazioni (ester..

Parlare in pubblico

di del 29/06/2012

Parlare in pubblico significa comunicare efficacemente con gruppi piccoli, grandi o grandissimi di p..

Valutazione come servizio

di Dott. Nardi Antonio del 24/09/2012

Per valutazione si intende quell'azione o quell’insieme di azioni volte a misurare il peso specifico..