Il Professionista su misura per te
o richiedi una
Chiedi una Consulenza o Preventivo Gratuito

Testo unico servizi finanziari - TUF

del 22/03/2011
CHE COS'È?

Testo unico servizi finanziari - TUF: definizione

Il testo unico delle disposizioni in materia di intermediazione finanziaria (decreto legislativo n. 58 del 24 febbraio 1998) (definito comunemente come "Testo Unico della Finanza" o "TUF"), è entrato in vigore il 1° luglio 1998.
L'adozione del TUF ha introdotto una legislazione in materia finanziaria cosiddetta "per principi", che detta a livello di normativa primaria solo le linee generali, rimettendo la definizione delle norme di dettaglio alle Autorità di vigilanza (Consob e Banca d'Italia).
L'obiettivo del legislatore è stato quello di creare un quadro normativo interno coerente e competitivo con quella dei Paesi membri dell'Unione Europea.

Il TUF ha come destinatari:

  1. le banche;
  2. gli intermediari finanziari, tra cui: le società di intermediazione mobiliare ("SIM"); le società di investimento comunitarie ed extracomunitarie (con o senza succursali, che operano sul mercato italiano); le società di gestione del risparmio ("SGR"); le società di investimento a capitale variabile ("SICAV"); gli intermediari iscritti nell'elenco previsto all'articolo 107 dal decreto legislativo n. 385/93 ("TUB");
  3. le società di gestione dei mercati regolamentati;
  4. i fondi comuni di investimento;
  5. i fondi pensione;
  6. i promotori finanziari; e
  7. le imprese di assicurazione.

Il TUF è composto da 6 Parti, denominate come segue:

Parte I:            Disposizioni comuni;

Parte II:          Disciplina degli intermediari;

Parte III:         Disciplina dei mercati e della gestione accentrata di strumenti finanziari;

Parte IV:         Disciplina degli emittenti;

Parte V:          Sanzioni;

Parte VI:         Disposizioni transitorie e finali.

Le principali innovazioni apportate dal TUF rispetto alla disciplina previdente in materia sono:

  1. l'introduzione di un nuovo tipo di investitore istituzionale, la società di gestione del risparmio;
  2. la diversa disciplina tra la sollecitazione all'investimento e le offerte pubbliche di acquisto e di scambio;
  3. la divisione di compiti tra la Consob la Banca d'Italia, sulla base delle diverse finalità proprie di ciascuna Autorità.

Avv. Giovanni Carotenuto
Ordine degli Avvocati di Roma
Studio legale Orrick, Herrington & Sutcliffe LLP 


vota  

Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c

DIRITTO BANCARIO: VOCI CORRELATE

Autorità bancaria europea - European Banking Authority - EBA

di Avv. Giovanni Carotenuto del 09/11/2011

L'Autorità bancaria europea (European Banking Authority, in forma abbreviata "EBA") è un organismo d..

Commissione nazionale per le società e la borsa - CONSOB

di Avv. Giovanni Carotenuto del 25/07/2011

La Commissione nazionale per le società e la borsa (CONSOB), istituita con la legge n. 216/74, è un'..

Regolamentazione bancaria e finanziaria

di Avv. Giovanni Carotenuto del 09/03/2011

La regolamentazione in materia bancaria e finanziaria è una branca del diritto che ha lo scopo di re..

Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni Private e di Interesse Collettivo - ISVAP

di Avv. Giovanni Carotenuto del 15/05/2017

L'ISVAP - Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo – noto anc..

Accertamenti bancari

di Avv. Gabriella Antonaci del 13/04/2012

Tramite gli accertamenti bancari è data la possibilità all'Amministrazione Finanziaria di procedere ..