Il Professionista su misura per te
o richiedi una
Chiedi una Consulenza o Preventivo Gratuito

Matrimonio: impugnazione

del 03/08/2017
CHE COS'È?

Matrimonio impugnazione: definizione

L'impugnazione del matrimonio è l'atto giuridico tramite il quale una persona domanda al giudice di eliminare gli effetti del matrimonio stesso. Esso può essere reso invalido dalla simulazione, dalla presenza di un vizio della volontà, dall'incapacità di intendere e di volere di uno dei due coniugi o dalla presenza di un impedimento matrimoniale. Quando si parla di impedimento si fa riferimento a una certa condizione soggettiva che non è compatibile, secondo la legge, con l'assunzione del vincolo matrimoniale. Un impedimento può essere assoluto, relativo, dispensabile o non dispensabile. Un impedimento assoluto è tale nel momento in cui impedisce a un soggetto di sposarsi con chiunque; un impedimento relativo impedisce a un soggetto di sposarsi con una certa persona; un impedimento dispensabile può essere superato e garantire la prosecuzione del matrimonio; un impedimento non dispensabile non può essere superato e rende impossibile la prosecuzione del matrimonio.


COME SI FA

Come si impugna il matrimonio?

Il matrimonio può essere impugnato nel caso in cui uno dei due coniugi sia già sposato: in tal caso l'impugnazione può essere effettuata sia dall'altro coniuge, sia dagli ascendenti legittimi sia da qualunque altra persona abbia un interesse a farlo. Gli stessi soggetti possono esercitare l'impugnativa anche se il matrimonio è stato contratto con un parente o un affine e nel caso di un delitto compiuto contro il coniuge precedente.


CHI

Un avvocato matrimonialista.


FAQ

1. In che cosa consistono gli impedimenti relativi?

Essi, come si è visto, riguardano l'impossibilità di sposare una determinata persona: in pratica derivano dai rapporti familiari. Non possono sposarsi tra loro persone che sono legate in virtù di un'adozione, gli affini in linea retta (per esempio, il genero e la suocera o la nuora e il suocero), gli zii e i nipoti (a meno che un tribunale non fornisca un'autorizzazione e una dispensa in merito), i fratelli, gli affini in linea collaterale di secondo grado (e cioè i cognati, ma anche in questo caso non è esclusa la possibilità di dispensa) e gli ascendenti e discendenti in linea retta (nonni e nipoti, oppure genitori e figli).

2. Che cosa sono i vizi della volontà?

Possono portare all'impugnazione di un matrimonio, in quanto causa di invalidità, anche quelli che vengono definiti vizi della volontà: per esempio, la violenza, che si può concretizzare sotto forma di minaccia compiuta nei confronti di uno dei due sposi per costringerlo a sposarsi; oppure un timore di gravità eccezionale che proviene da cause che non coinvolgono direttamente il coniuge interessato. 

3. In che cosa consiste l'incapacità naturale di uno dei coniugi?

Disciplinata dall'articolo 120 del Codice Civile, essa prevede che se un coniuge è in grado di provare che al momento in cui il matrimonio è stato celebrato non era capace di intendere e di volere il matrimonio stesso può essere impugnato entro e non oltre un anno a partire dal momento in cui le facoltà mentali sono state recuperate. In una circostanza del genere si parla di annullabilità relativa, in quanto è solo il coniuge che può procedere all'impugnazione. Diverso è il caso di interdizione motivata da infermità di mente: in questa situazione, infatti, possono impugnare il pubblico ministero, il tutore e tutte le persone che siano legittimamente interessate, a condizione che fosse già stata emessa la sentenza di interdizione nel momento in cui il matrimonio è stato celebrato. L'azione decade se c'è stata coabitazione per un anno.
vota  

Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c

MATRIMONIO: VOCI CORRELATE

Matrimonio del cittadino all’estero

di del 09/05/2016

Il matrimonio del cittadino all'estero presuppone che un cittadino italiano abbia la possibilità di ..

Matrimonio simulato

di del 06/10/2016

Il matrimonio simulato si verifica nel momento in cui hanno convenuto di non esercitare i diritti e ..

Promessa di matrimonio: effetti

di Dott. Alessandro Pantoli del 10/04/2012

L'Istituto, pur di origini e tradizioni storiche, rimane inserito all’interno del nostro codice civi..

Abbandono del tetto coniugale

di Avv. Monica Mores del 18/04/2012

Abbandonare il tetto coniugale comporta violare un obbligo derivante dal matrimonio. Ai sensi dell'..

Matrimonio contratto per errore

di del 03/07/2017

Il matrimonio contratto per errore può essere annullato in molteplici circostanze. L'errore può rigu..