Il Professionista su misura per te
o richiedi una
Chiedi una Consulenza o Preventivo Gratuito

Società in accomandita semplice: liquidazione

del 16/03/2011
CHE COS'È?

Società in accomandita semplice liquidazione: definizione

La liquidazione ha luogo al verificarsi di una delle cause di scioglimento della società in accomandita semplice.
È un procedimento attraverso il quale il liquidatore procede al pagamento dei debiti della società e divide tra i soci l'eventuale attivo di liquidazione.
Gli amministratori devono consegnare ai liquidatori i beni e i documenti sociali e presentare ad essi il conto della gestione relativo al periodo successivo all'ultimo rendiconto.
I liquidatori devono prendere in consegna i beni e i documenti sociali, e redigere, insieme con gli amministratori, l'inventario dal quale risulti lo stato attivo e passivo del patrimonio sociale. L'inventario deve essere sottoscritto dagli amministratori e dai liquidatori.

Prof. Avv. Nicola Soldati
Ordine degli Avvocati di Modena
Studio Legale Soldati


COME SI FA

Avvenuto lo scioglimento della società, i soci amministratori conservano il potere di amministrare, limitatamente agli affari urgenti, fino a che siano presi i provvedimenti necessari per la liquidazione.
Se il contratto non prevede il modo di liquidare il patrimonio sociale e i soci non sono d'accordo nel determinarlo, la liquidazione è fatta da uno o più liquidatori, nominati con il consenso di tutti i soci o, in caso di disaccordo, dal presidente del tribunale.
I liquidatori possono essere revocati per volontà di tutti i soci e in ogni caso dal tribunale per giusta causa su domanda di uno o più soci.
È fatto divieto per i liquidatori di intraprendere nuove operazioni.
I liquidatori non possono ripartire tra i soci, neppure parzialmente, i beni sociali, finché non siano pagati i creditori della società o non siano accantonate le somme necessarie per pagarli.
Se i fondi disponibili risultano insufficienti per il pagamento dei debiti sociali, i liquidatori possono chiedere ai soci i versamenti ancora dovuti sulle rispettive quote e, se occorre, le somme necessarie nei limiti della rispettiva responsabilità e in proporzione della parte di ciascuno nelle perdite. Nella stessa proporzione si ripartisce tra i soci il debito del socio insolvente.
Salvo il diritto previsto dal secondo comma dell'articolo 2312, comma 2, Codice Civile nei confronti degli accomandatari e dei liquidatori, i creditori sociali che non sono stati soddisfatti nella liquidazione della società possono far valere i loro crediti anche nei confronti degli accomandanti, limitatamente alla quota di liquidazione.


CHI

I liquidatori possono essere soci o non soci.


FAQ

La liquidazione della quota può avvenire in natura?

Se è convenuto che la ripartizione dei beni sia fatta in natura, si applicano le disposizioni sulla divisione delle cose comuni.
vota  

Con l'inserimento dei miei dati dichiaro di aver preso visione ed accettato il Trattamento dei Dati

SOCIETÀ IN ACCOMANDITA SEMPLICE: VOCI CORRELATE

Società in accomandita semplice

di Avv. Nicola Soldati del 29/06/2016

La società in accomandita semplice, nota anche come società sas,  è una società di persone che si ca..

Società in accomandita semplice: costituzione

di Avv. Nicola Soldati del 16/03/2012

La società in accomandita semplice deve essere costituita per atto pubblico o scrittura privata aute..

Società in accomandita semplice: dividendi

di Dott. NICOLA LEPORI del 25/01/2012

I dividendi sono gli utili civilistici prodotti dalla società in accomandita semplice derivanti dall..

Società in accomandita semplice: scioglimento

di Avv. Nicola Soldati del 16/03/2011

La liquidazione della società in accomandita semplice ha luogo al verificarsi di una delle seguenti ..

Società in accomandita semplice: categorie di soci

di Avv. Nicola Soldati del 16/03/2011

Nella società in accomandita semplice devono coesistere due categorie di soci: i soci accomandati e ..