Il Professionista su misura per te
o richiedi una
Chiedi una Consulenza o Preventivo Gratuito

Controlli sull’attività lavorativa

del 11/07/2011
CHE COS'È?

Controlli sull’attività lavorativa: definizione

Il potere di controllo e vigilanza sull’attività lavorativa costituisce un’espressione del potere direttivo costituzionalmente riconosciuto al datore di lavoro nell’ambito dell’organizzazione dell’attività di impresa.

Avv. Giulio Bonanomi e Avv. Lucia Biscatti
Ordine degli Avvocati di Como
BB Studio Legale Bonanomi e Biscatti

COME SI FA
Il controllo e la vigilanza sull’attività lavorativa possono essere esercitati dal datore di lavoro sia direttamente che indirettamente, in tal caso tramite l’organizzazione gerarchica dell’impresa e/o mediante operatori specializzati esterni.
Eccezionalmente, qualora vi siano comprovate esigenze di ordine organizzativo, produttivo o di sicurezza del lavoro e previo specifico accordo sindacale o autorizzazione amministrativa, al datore di lavoro è consentito esercitare sull’attività lavorativa un controllo a distanza, tramite impianti audiovisivi o attrezzature similari.

CHI
La decisione di effettuare controlli sull’attività lavorativa dei dipendenti spetta esclusivamente al datore di lavoro il quale, individuati i propri obiettivi, dovrà opportunamente rivolgersi alla propria associazione di categoria o ad un avvocato per definire le modalità concrete e legittime con le quali operare.

vota  

Con l'inserimento dei miei dati dichiaro di aver preso visione ed accettato il Trattamento dei Dati

RAPPORTO DI LAVORO: VOCI CORRELATE

Patto di non concorrenza

di del 13/07/2016

Il patto di non concorrenza è un accordo facoltativo che il datore di lavoro e il lavoratore possono..

Patto di prova

di del 31/03/2011

L’articolo 2096 del codice civile stabilisce che il patto di prova è l'accordo con il quale lavorato..

Trasferta di lavoro

di Avv. Giulio Bonanomi del 30/05/2011

La trasferta è lo spostamento temporaneo e provvisorio del lavoratore dal normale luogo di lavoro (i..

Lavoro italiano all'estero: ambito comunitario

di Avv. Luca Failla del 23/05/2012

Quando si parla di lavoro italiano all’estero, l’ipotesi più comune che viene in mente è quella rela..

Trasferimento lavoratore

di del 29/03/2011

L’articolo 2103, comma 1, secondo periodo, del Codice Civile attribuisce, altresì, al datore di lavo..