Il Professionista su misura per te
o richiedi una
Chiedi una Consulenza o Preventivo Gratuito

Scatti di anzianità

del 16/11/2011
CHE COS'È?

Scatti di anzianità: definizione

Per scatto di anzianità si intende una voce retributiva, regolata dalla contrattazione collettiva, che viene erogata al lavoratore al compimento di una determinata anzianità di servizio presso la stessa azienda.
L’implicito presupposto è la maggiore proficuità del lavoro prestato.
L’istituto degli scatti non è presente in tutti i settori contrattuali, ad esempio per i dirigenti d’azienda l’istituto è generalmente abrogato. 
La retribuzione viene incrementata a scadenze diverse di un importo fisso ovvero calcolato in percentuale rispetto agli elementi retributivi fissati dal contratto collettivo
Gli scatti di anzianità costituiscono retribuzione imponibile.

Dott.ssa Giorgia Signaroldi
Consulente del Lavoro
Studio Signaroldi Dott.ssa Giorgia

COME SI FA
Il periodo di maturazione avviene normalmente ogni due o tre anni, comunque stabiliti dai contratti di categoria che determinano anche il numero massimo di scatti maturabili. 
L’anzianità di servizio decorre dalla data di assunzione del lavoratore, mentre ogni scatto decorre dal primo giorno del mese successivo a quello in cui si completa la maturazione. 
Nel caso di progressione del lavoratore a un livello superiore, gli scatti di anzianità possono essere assorbiti dal nuovo aumento (salvo disposizioni diverse tra le parti).
Non sono valide le clausole dei contratti collettivi che fanno decorrere la maturazione degli scatti di anzianità solo dopo il compimento di un’età minima.
Inoltre i contratti collettivi contengono quasi sempre una clausola che esclude la possibilità di assorbimento degli aumenti periodici. 
E’ in dipendenza del contratto collettivo la maturazione degli scatti in base all’effettivo servizio del lavoratore oppure anche durante le assenze dal lavoro. Il diritto alla corresponsione dell’aumento dovuto alla maturazione degli scatti non cade in prescrizione.

CHI
I soggetti coinvolti nella procedura sono: datore di lavoro, sindacati e contratti collettivi, lavoratore.

FAQ

L’istituto degli scatti per gli apprendisti è diverso?

In questo caso generalmente non è contemplato.

Che cosa succede in caso di passaggio di livello?

In caso di passaggio a livello superiore può essere maturata una nuova serie di scatti (cioè il numero di scatti viene riproporzionato in base al nuovo valore unitario dello scatto).In caso di passaggio di qualifica (ad esempio da operaio a impiegato) gli scatti possono essere maturati ex novo.
vota  

Con l'inserimento dei miei dati dichiaro di aver preso visione ed accettato il Trattamento dei Dati

RETRIBUZIONE DA LAVORO: VOCI CORRELATE

Retribuzione: decontribuzione

di del 22/06/2017

Nel nostro Paese gli incentivi pubblici alla retribuzione che viene erogata come premio di redditivi..

Retribuzione: alloggio

di del 16/11/2017

L'alloggio rappresenta una delle tipologie di retribuzione in natura che un datore di lavoro può con..

Retribuzione minima

di Dott.ssa GIORGIA SIGNAROLDI del 22/11/2011

Il minimo contrattuale rappresenta la retribuzione minima dovuta al lavoratore, la cui entità è fiss..

Indennità di trasferta

di Rag. Bruno Bertocchi del 18/11/2011

Si considera in trasferta il lavoratore temporaneamente chiamato a prestare la propria attività in u..

Assegni per il nucleo familiare

di del 19/06/2017

Il calcolo dell’assegno per il nucleo familiare è un’operazione necessaria per garantire il soddisfa..