Consulenza o Preventivo Gratuito

Pensioni: nuove casistiche per l'accesso alle clausole di salvaguardia

del 20/03/2012

Pensioni: nuove casistiche per l'accesso alle clausole di salvaguardia
Come noto il Decreto Monti ha profondamente modificato il sistema pensionistico in vigore a decorrere al primo gennaio 2012. Il comma 14 dell'articolo 24 del decreto legge n. 201/2011, ha però fatto salva la previgente disciplina a favore di particolari categorie di lavoratori (lavoratori in mobilità, mobilità lunga, soggetti autorizzati alla prosecuzione volontaria eccetera) nei cui confronti continua ad applicarsi, seppure entro i limiti dati dalle risorse disponibili, il regime precedente alla riforma, anche se gli stessi maturano i requisiti successivamente al 31 dicembre 2011 (cosiddette "clausole di salvaguardia").
La legge di conversione del cosiddetto Milleproroghe (legge n. 14/2012) ha di fatto aggiunto all'elencazione del citato comma 14, due nuove casistiche di lavoratori che potranno avvalersi di tale deroga.
1. La prima casistica riguarda di quei lavoratori che, alla data del 31 ottobre 2011, risultino essere in congedo per assistere figli con disabilità grave (articolo 42, comma 5, del testo unico di cui al decreto legislativo 26 marzo 2001, n. 151), e a condizione che gli stessi maturino, entro ventiquattro mesi dalla data di inizio del predetto congedo, l’accesso al requisito contributivo (ovvero i 40 anni di contribuzione) per l'accesso al pensionamento, indipendentemente dall'età anagrafica. 
2. La seconda casistica, invece, è quella prevista dal comma 2-ter dell'articolo 6 della legge n. 14/2012, che riguarda i cosiddetti soggetti “esodati”, che non erano stati oggetto della deroga nel Decreto Monti. Tali lavoratori, interessati all'applicazione del previgente regime pensionistico, sono coloro il cui rapporto di lavoro si sia risolto entro il 31 dicembre 2011, in conseguenza di accordi individuali sottoscritti anche ai sensi degli articoli 410, 411 e 412-ter del codice di procedura civile (ovvero attraverso conciliazioni anche sindacali), o in applicazione di accordi collettivi di incentivo all'esodo, stipulati dalle organizzazioni comparativamente più rappresentative a livello nazionale.
Tali lavoratori, peraltro, avranno diritto a godere delle vecchio regime pensionistico a condizione che ricorrano i seguenti elementi:

  • che la data di cessazione del rapporto di lavoro risulti da elementi certi e oggettivi, quali ad esempio le comunicazioni obbligatorie agli ispettorati del lavoro o ad altri soggetti equipollenti, indicati in apposito decreto ministeriale;
  • che il lavoratore risulti in possesso dei requisiti anagrafici e contributivi che, in base alla previgente disciplina pensionistica, avrebbero comportato la decorrenza del trattamento medesimo entro un periodo non superiore a ventiquattro mesi dalla data di entrata in vigore del citato decreto-legge n. 201 del 2011 (ovvero dal 6 dicembre 2011).
Si segnala, peraltro, che le modalità di attuazione delle clausole di salvaguardia dovranno essere stabilite da un decreto interministeriale entro il 30 giugno 2012 (in origine la data ultima era il 27 marzo) includendo anche i soggetti “esodati” nella determinazione del numero massimo tra i beneficiari e nel limite delle (modeste) risorse finanziarie previste, che erano già state stabilite dal Decreto Monti e che sono state ora portate a 245milioni € per il 2013 e 63milioni € per il 2014.

Dott. Gianluca Anselmi
vota  
Con l'inserimento dei miei dati dichiaro di aver preso visione ed accettato il Trattamento dei Dati
SULLO STESSO ARGOMENTO
Pensioni: le novità del 2011

del 27/12/2010

Dal prossimo anno cambiano i requisiti e modalità di percezione degli assegni di previdenza. Nel det...

Incentivi per chi assume over 50

Rag. Maurizio Cason Villa del 09/05/2012

Il Consiglio dei Ministri ha presentato il 23 marzo 2012 il disegno di legge di riforma del mercato...

Innalzamento dell'eta pensionabile per le donne

Dott. Paolo Mussi del 11/07/2011

Scrivere di pensioni è sempre stato difficile, tanto più in concomitanza con manovre economiche più...