Consulenza o Preventivo Gratuito

L'organizzazione di un'azienda: perchè è così importante

del 17/09/2012

L'organizzazione di un'azienda: perchè è così importante

Uno degli aspetti fondamentali di ogni azienda che voglia competere sul mercato è l’organizzazione.

Pensando ad entità organizzate come la famiglia, un ospedale, la chiesa, un circolo culturale o un supermercato, viene in mente che si tratta sempre di un aggregato di persone e di risorse materiali ed immateriali deliberatamente connesse e coordinate, con confini relativamente identificabili, che opera con relativa continuità per raggiungere un obiettivo comune o un insieme di obiettivi, anche configgenti, che trovano punti di convergenza.

Se l’obiettivo è economico si parla di organizzazione dell’impresa che operano sotto il vincolo dell’efficienza, se l’obiettivo è non economico si parla di organizzazioni “non profit”.

>C’era una volta un uccello con due teste ed un corpo: la testa di destra era vorace e abilissima nella ricerca del cibo, mentre quella di sinistra, altrettanto ghiotta, era maldestra. La testa di destra riusciva sempre a nutrirsi a sazietà, mentre quella di sinistra era incessantemente tormentata dalla fame. E così un giorno, la testa di sinistra disse alla destra: “Conosco, qui vicino, un’erba squisita di cui ti delizieresti: vieni, ti conduco dove cresce”. In realtà sapeva che quell’erba era velenosa, ma voleva con questo stratagemma uccidere l’altra testa, per poter mangiare a piacimento. E la testa destra mangiò l’erba e il veleno uccise l’uccello a due teste. (Taisen Deshimaru, La tazza e il bastone).

L’organizzazione è una creatura ambigua e doppia, come l’animale a due teste del mito. E’ un artefatto per realizzare scopi, in quanto tale risponde ad una logica funzionale misurabile in termine di efficacia ed efficienza.

E’ allo stesso tempo una comunità di persone, di attori sociali che entrano in relazione tra di loro per trovare senso alle loro attività e perseguire propri scopi.

L’organizzazione è sana e quindi capace di vivere nel suo ecosistema producendo utilità sole se queste due anime crescono insieme e si integrano, senza eccessi e squilibri.

Oggi le organizzazioni si trovano spesso in situazione di squilibrio.

Come l’animale a due teste del mito una delle teste è pingue e preponderante e l’altra affaticata ed esangue.

Grande fatica, stress, senso di frustrazione, inefficienze e sprechi nascono dal disequilibrio tra le due nature intrinseche dell’organizzazione.

Ecco quindi la necessità da parte delle aziende di riflettere attentamente su questo aspetto, al fine di non disperdere le preziose risorse economiche a loro disposizione in sprechi ed inefficienze che possono distrarle dalla loro vera missione e limitarne la capacità di competere sul mercato.

Occorre quindi che l’azienda stessa, attraverso un percorso che va dall’analisi della propria organizzazione aziendale e delle procedure interne, alla verifica sulla coerenza tra risorse disponibili ed obiettivi aziendali e ad un eventuale processo di riorganizzazione, capisca le proprie necessità e adotti le strategie e gli strumenti per innescare un percorso virtuoso di sviluppo che si perpetui nel tempo.

Dott. Commercialista Giorgio Zanatta


vota  
Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c
SULLO STESSO ARGOMENTO
Accordi strategici: il consorzio tra imprese

del 08/07/2010

Il consorzio può trarre origine da un accordo tra i consorziati (c.d. consorzio contrattuale) o att...

Gli accordi di Joint Venture

del 19/07/2010

Il termine "joint venture", mutuato dal diritto anglosassone, viene utilizzato allorquando si tratta...

1,2 miliardi alle PMI

del 13/09/2010

Le PMI italiane, vera trama del tessuto economico nazionale, hanno retto l’impatto con la crisi econ...