Il Professionista su misura per te
o richiedi una
Chiedi una Consulenza o Preventivo Gratuito

Astensione e ricusazione del perito

del 30/03/2017
CHE COS'È?

Astensione e ricusazione del perito: definizione

L'astensione e la ricusazione del perito sono eventualità normate dall'articolo 223 del codice di procedura penale, che stabilisce che il perito è tenuto a dichiarare l'esistenza di un motivo di astensione tutte le volte che ce n'è uno e che le parti hanno la possibilità di ricusare i periti. Sia la dichiarazione di ricusazione che la dichiarazione di astensione possono essere presentate fino al momento in cui le formalità di conferimento dell'incarico non si sono concluse, e prima che il perito abbia fornito il proprio parere se ci sono dei motivi che sono stati conosciuti in seguito. Tocca al giudice da cui la perizia è stata disposta decidere, con ordinanza, sulla dichiarazione di ricusazione o di astensione.


COME SI FA

Come si concretizzano la ricusazione e l'astensione del perito?

Basta una dichiarazione da parte di chi ricusa il perito o da parte dello stesso a seconda dei casi.


CHI

periti chiamati in causa nei procedimenti.


FAQ

1. Qual è la ratio legis?

Lo scopo della disposizione di astensione e ricusazione del perito è quello di garantire che i periti scelti siano il più possibile competenti dal punto di vista tecnico e scientifico, ma anche di assicurare l'efficienza di questo mezzo di prova fondamentale.

2. L'incarico di perito può essere attribuito a un soggetto che sia già stato nominato consulente tecnico nell'ambito del medesimo procedimento?

No, questa eventualità è esclusa dall'articolo 222 del codice di procedura penale. Diverso è, invece, il caso di chi è stato già nominato perito nel corso dello stesso procedimento e che riceve di nuovo l'incarico ma da un giudice differente. 

3. Quali sono i tempi da rispettare per la presentazione della dichiarazione di ricusazione del perito?

Come è stato specificato dalla sentenza n. 6714 del 2015 della Cassazione, perché il perito possa essere ricusato in maniera tempestiva è necessario che la dichiarazione intervenga prima rispetto al parere manifestato tramite il deposito della relazione peritale. Occorre impedire, infatti, che il parere che viene espresso dal perito possa in qualche modo influenzare la dichiarazione di ricusazione.

4. La ricusazione di un perito può riguardare anche l'attività di trascrizione delle intercettazioni?

No, questa attività non c'entra niente con l'incompatibilità alla prestazione dell'ufficio di perito. 

5. Che cos'è una perizia?

Nell'ambito di un processo civile, la perizia rappresenta un'allegazione difensiva a contenuto tecnico; il giudice del merito non deve esprimere le ragioni del proprio dissenso rispetto alle osservazioni che sono riportate nella perizia nel caso in cui abbia considerazioni non compatibili con quelle osservazioni alla base del proprio convincimento. In pratica, il giudice ha la possibilità di fondare su una perizia la propria decisione, ma in una circostanza del genere è tenuto a riportare, all'interno del provvedimento conclusivo, i motivi per cui la stessa è stata considerata convincente e attendibile. Nell'ambito di un processo penale, invece, la perizia rappresenta un mezzo di prova che, su istanza di parte o di ufficio, viene disposto dal giudice: essa si rende necessaria nelle circostanze in cui vi sia la necessità di acquisire dei dati o di effettuare delle indagini per cui c'è bisogno di competenze scientifiche, tecniche o artistiche ben precise. Sia le parti private che il pubblico ministero, una volta che la perizia è stata disposta, possono nominare dei propri consulenti tecnici, il cui numero deve essere uguale o inferiore, per ogni parte, al numero dei periti. I consulenti tecnici, comunque, possono essere nominati anche senza perizia. 
vota  

Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c

CTU: VOCI CORRELATE

Attività dei consulenti tecnici

di del 18/01/2012

Con il termine “consulente tecnico” si intende sia il CTU, ovvero Consulente Tecnico d’Ufficio, sia ..

Incapacità e incompatibilità del perito

di del 27/10/2016

L'articolo 222 del Codice di Procedura Penale affronta il caso dell'incapacità e dell'incompatibilit..

Sostituzione del perito

di Ing. Stefano Ferrigno del 27/08/2012

Il Perito è un consulente nominato dal Giudice nel processo penale; vi è la possibilità della sua so..

Relazione peritale

di del 02/09/2016

La relazione peritale è normata dall'articolo 227 del Codice di Procedura Penale, in cui si specific..

Attività del perito

di Geom. Luca Cappelletti del 28/02/2013

Consulente tecnico esperto incaricato di fornire consulenze tecniche...