Il Professionista su misura per te
o richiedi una
Chiedi una Consulenza o Preventivo Gratuito

Accordo arbitrale

del 06/07/2016
CHE COS'È?

Accordo arbitrale: definizione

Il compromesso, regolato dall'articolo 806 codice procedura civile, è un negozio giuridico autonomo mediante il quale le parti conferiscono ad uno o più arbitri il potere di dirimere una controversia tra loro insorta.


La clausola compromissoria, regolata dall'articolo 808 codice procedura civile, è un atto accessorio, normalmente inserito all'interno di un contratto, oppure in un atto separato, con il quale le parti si impegnano, in via preventiva ed eventuale, a ricorrere all'arbitrato quale strumento di risoluzione delle controversie in caso di lite.


La clausola compromissoria, in ogni caso, conserva la propria autonomia giuridica, vale a dire che in caso di invalidità del contratto principale a cui accede, la nullità non si estende alla clausola che vi è inserita per cui, ove previsto, gli arbitri saranno competenti a decidere anche sulla validità del contratto stesso.


La differenza tra compromesso e clausola compromissoria è data dal fatto che il primo viene stipulato per dirimere una controversia già sorta, mentre con la seconda si stabilisce a priori il ricorso all'arbitrato in caso di insorgenza di una lite.

Prof. Avv. Nicola Soldati
Ordine degli Avvocati di Modena
Studio Legale Soldati


COME SI FA

Clausola compromissoria: come si fa

La forma e il contenuto dell’accordo compromissorio sono regolate dalle disposizioni contenute agli articoli 806-808 quinquies codice di procedura civile, in base alle quali compromesso e clausola compromissoria, a pena di nullità, devono essere stipulati in forma scritta, forma questa che risulta rispettata anche qualora la volontà delle parti venga espressa tramite telegrafo, telescrivente, telefacsimile o messaggio telematico; inoltre, non possono riguardare controversie in materia di lavoro, oppure di previdenza e di assistenza obbligatorie, ovvero questioni di stato e di separazione personale tra coniugi, né, più in generale, quelle materie che abbiano ad oggetto diritti indisponibili.


CHI

Le parti personalmente o i loro consulenti legali.


FAQ

Accordi arbitrali: chi deve sottoscriverli?

Gli accordi arbitrali devono essere stipulati in forma scritta e sottoscritti dalle parti munite di idonei poteri. Il potere di stipulare il contratto comprende il potere di convenire la clausola compromissoria.

Su quali controversie può decidere l’arbitro?

Nel dubbio la convenzione di arbitrato si interpreta nel senso che la competenza arbitrale si estende a tutte le controversie che derivano dal contratto o dal rapporto cui la convezione si riferisce.
vota  

Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c

ARBITRATO: VOCI CORRELATE

Arbitrato: lodo

di Avv. Nicola Soldati del 31/03/2011

Nell'arbitrato rituale, ai sensi dell'articolo 820 codice procedura civile, gli arbitri devono pronu..

Clausole compromissorie statutarie

di Avv. Nicola Soldati del 31/03/2011

L’articolo 34 del decreto legislativo n. 5 del 2003 disciplina il contenuto delle clausole compromis..

Arbitrato rituale e irrituale

di Avv. Nicola Soldati del 14/02/2012

L’arbitrato costituisce uno strumento per la risoluzione delle controversie aventi ad oggetto diritt..

Arbitrato societario: domanda

di Avv. Nicola Soldati del 13/09/2011

Ai sensi dell’articolo 35 del decreto legislativo n. 5 del 2003, la domanda di arbitrato costituisce..

Arbitrato: procedimento

di Avv. Nicola Soldati del 31/03/2011

L'articolo 816 codice procedura civile dispone che le parti hanno la possibilità di determinare di c..