Il Professionista su misura per te
o richiedi una
Chiedi una Consulenza o Preventivo Gratuito

Colloquio motivazionale

del 24/10/2012
CHE COS'È?

Colloquio motivazionale: definizione

Il colloquio motivazionale è uno strumento di analisi dei campi motivazionali profondi, centrato sul cliente per affrontare e risolvere un conflitto di ambivalenza in vista di un cambiamento del comportamento.

Questo tipo di colloquio prevede che l'esperto aiuti ad esplicitare e far emergere la motivazione nella persona stessa, non attraverso l'esortazione o una discussione, ma cercando di sostenere, esplorare e mantenere l'attenzione alle aspirazioni del cliente. Una persona deve sentirsi libera di accettare o rifiutare le indicazioni che le vengono suggerite.

L'obiettivo è quello di tracciare un profilo scritto, verificabile e costante nel tempo che aiuti la persona ad identificare quali campi nel lavoro la appassionano veramente, quali sono i suoi bisogni profondi che cerca di soddisfare nel lavoro e nella vita, quali prospettive di carriera gli si addicono maggiormente per sentirsi sempre soddisfatto delle proprie modalità di lavoro.

COME SI FA
Il colloquio motivazionale può rappresentare uno strumento potente per valutare e valorizzare i collaboratori, per una direzione che abbia maturato, al proprio interno precise convinzioni e precisamente:

  • che ogni persona ha delle “propensioni” e delle “idiosincrasie”;
  • che per ogni persona già presente nell'organizzazione possa essere cercata una posizione lavorativa ottimale rispetto alle “propensioni” e alle “idiosincrasie”;
  • che possa essere interesse di ogni persona conoscere meglio il proprio ambito motivazionale in modo da investire sul sicuro e darsi da fare, in nome del proprio benessere, per rendere più potenti i propri punti di forza e meno condizionanti possibile, i propri punti deboli;
  • che sia vantaggioso anche per il collaboratore acquisire strumenti di autodiagnosi e successivamente una formazione mirata;
  • che un'organizzazione vincente può fondarsi su collaboratori interessati ad utilizzare il lavoro come strumento di realizzazione delle proprie potenzialità;
  • che una più alta consapevolezza dei propri punti di forza e punti deboli diventa una risorsa sia per l'interessato che per l’azienda dentro ad un'organizzazione di tipo partecipativo;

Invece che adattarsi al lavoro che c'è è necessario cercare il lavoro adatto a sé. Questa esigenza può portare un numero sempre più grande di persone a farsi aiutare a mettere a fuoco con precisione le aree motivazionali forti e quelle deboli fin dall'inizio della carriera lavorativa in modo da evitare di procedere per tentativi ed errori, avanzando invece per progetto.

CHI

Ogni persona possiede delle aree appassionanti, dei territori nei quali, qualunque cosa faccia lo fa volentieri. Possiamo dire che in ogni persona c’è qualcosa che dà il tono anche agli altri elementi presenti, una specie di “asse organizzatore” attorno al quale ruotano l’apprendimento, le conoscenze, le capacità, lo sviluppo personale. Ogni persona ha delle motivazioni e delle idiosincrasie. E’ il caso di usare una metafora. L’area motivazionale prevalente, presente in ogni persona, come una “vocazione” portante, può essere paragonata ad una calamita attorno alla quale ci sono tanti altri elementi caratterizzati ognuno da una propria dinamica, accomunati però, tutti, da una caratteristica comune che è quella di ruotare attorno alla stessa forza gravitazionale. Con un’altra metafora possiamo dire che ogni persona ha dentro di sé un proprio polo magnetico rispetto al quale organizza il proprio cammino di sviluppo. Ognuno ha, quindi, una propria bussola mentale, non sempre consapevole. Quando non è consapevole è facile per chiunque farsi distrarre da altre bussole e intraprendere percorsi inadatti al proprio benessere. Attraverso il colloquio motivazionale è possibile individuare i campi di interesse importanti della persona, il suo polo di riferimento, il suo campo magnetico e la sua bussola.

Il colloquio è perciò indicato a tutti coloro che vogliono capire meglio e conoscere quali sono le proprie motivazioni profonde nel lavoro per orientarsi meglio nello scegliere opzioni di crescita coerenti con il loro piacere nel lavoro.


vota  

Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c

COACHING: VOCI CORRELATE

Feedback

di Dott. Bizzotto Andrea del 11/09/2013

In ambito di sviluppo del personale in azienda, il feedback è uno strumento potente di cambiamento c..

Coach

di Dott. Damiano Frasson del 23/05/2012

Spesso in Italia si genera confusione, sia tra gli operatori sia tra gli utenti, su nuove figure eme..

Business Coaching

di Dott. Claudio Frasson del 16/05/2012

Il termine Business Coaching è utilizzato per descrivere il coaching con imprenditori di piccole e m..

Life coaching

di Dott.ssa Alessandra Salimbene del 25/09/2013

ll Coaching nasce negli Stati Uniti come tecnica di miglioramento della performance sportiva. Oggi ..

Empatia

di Dott. Bizzotto Andrea del 27/03/2013

Provare empatia significa condividere un'emozione uguale o simile a quella che provano altre persone..