Il Professionista su misura per te
o richiedi una
Chiedi una Consulenza o Preventivo Gratuito

Casaclima

del 02/09/2015
CHE COS'È?

Casaclima: definizione

Il termine "CasaClima" non identifica uno stile architettonico o un sistema costruttivo, ma definisce uno standard energetico, ovvero la capacità dell'edificio di risparmiare energia. Il comfort per l'utente dell'edificio viene assicurato mediante alti livelli qualitativi e bassi costi di gestione.


Breve storia

Nel 1982 la provincia di Bolzano inizia a pensare a misure per il risparmio energetico degli edifici, in vista di una sempre minore disponibilità di risorse naturali, e al rispetto dell'ambiente e dell'uomo.

Dal 1992, in Alto Adige, nascono diverse agenzie preposte al risparmio energetico ed inizia la campagna di sensibilizzazione e informazione sulla salvaguardia delle risorse; si elabora un "certificato climatico" da assegnare alle nuove costruzioni e si sviluppano diversi piani per l'efficientamento e la sostenibilità degli edifici, fino a varare nel 202 il progetto "KlimaHaus" (CasaClima), che prevede delle targhette di facile lettura da affiggere sugli edifici per identificarne le caratteristiche energetiche.

Dal 2002 il Comune di Bolzano ha adottato nel proprio Piano Regolatore i principi fondamentali di classificazione energetica secondo CasaClima: è la prima volta che un comune adotta normative più restrittive rispetto la legislazione nazionale. Scelta che ben presto è seguita da altri comuni dell'Alto Adige.

Dal 2004 il progetto CasaClima inizia ad essere illustrato in altre città italiane ed estere, raccogliendo consensi e ricevendo premi internazionali.

Dal 2006 è attivo il Master CasaClima presso la Libera Università di Bolzano. Si tengono corsi e seminari in varie città italiane ed estere. Si estende il concetto CasaClima anche a edifici pubblici, come scuole, a strutture ricettive (hotel) e ai restauri: per ogni tipologia di intervento esiste una specifica normativa e la relativa classe energetica di valutazione.

Sono attivi strumenti informatici, come il sito CasaClima e il software per il calcolo dell'efficienza energetica.

Esistono i "Network CasaClima", cioè delle agenzie senza scopo di lucro che coadiuvano i Comuni nella promozione e coordinazione delle direttive CasaClima sul proprio territorio, fornendo il supporto tecnico necessario, incentivando l'utilizzo di fonti rinnovabili e monitorando i lavori in corso secondo una precisa prassi.

La normativa CasaClima è obbligatoria solo a Bolzano; nel resto d'Italia vale la normativa nazionale, meno restrittiva, ed è il comune stesso che può decidere di adottare le direttive CasaClima (ad esempio Udine).


La Mission

L'obiettivo di CasaClima è realizzare edilizia ad alte prestazioni, migliorando lo standard abitativo, riducendo i consumi energetici e tutelando l'ambiente e le risorse naturali.

I campi di azione quindi sono:

  • efficienza energetica nell'ambito edilizio
  • energie rinnovabili
  • protezione del clima
  • protezione delle risorse naturali
  • sviluppo energetico sostenibile


Le Classi

La scala di classificazione CasaClima suddivide gli edifici in base al consumo energetico.

Per le nuove costruzioni le categorie che si considerano sono:

  • GOLD               <10 kWh/m2a
  • CLASSE A       <30 kWh/m2a
  • CLASSE B       <50 kWh/m2a
  • CLASSE C      <70 kWh/m2a

Nella provincia di Bolzano la classe più bassa accettata è la B, cioè la cosiddetta "casa da 5 litri", perché necessita di 5 litri di gasolio per scaldare efficientemente un metro quadro di superficie per un anno (nella scala infatti ogni classe è identificata dal consumo energetico al metro quadro per anno).


Le ragioni per scegliere una CasaClima

  • Basso fabbisogno termico: risparmio sui costi di riscaldamento, migliore comfort abitativo e aumento sul lungo periodo del valore dell'immobile
  • Comfort: temperature ideali interne sia in inverno che in estate; impiego quanto più possibile della luce naturale; controllo dell'umidità e della purificazione dell'aria; materiali che non rilasciano sostanze dannose nell'ambiente; attenzione alla qualità degli ambienti
  • Protezione dell'ambiente e del clima: impiego di minori quantità di energia e riduzioni delle emissioni inquinanti nell'aria
  • Risparmio: riduzione considerevole dei costi energetici grazie all'isolamento, agli impianti più performanti e agli accorgimenti che adotta CasaClima
  • Ottimo involucro edilizio: l'evoluzione di un progetto CasaClima assicura l'assenza di difetti costruttivi, i lavori vengono seguiti in ogni fase e certificati mediante test intermedi e finali
  • Aumento di valore nel tempo: la buona progettazione assicura di non dover mettere mano all'edificio per molto tempo, grazie agli ottimi materiali impiegati

Conclusioni 

CasaClima è una risposta concreta alle esigenze dei nostri tempi: costruire in modo previdente, abitare in modo sano e in un ambiente accogliente, fare un consumo moderato di energia e di materie prime, aumentare il valore dell'immobile.

Una Casaclima è un edificio con ottime prestazioni energetiche, che permette di risparmiare sui costi di riscaldamento e raffrescamento, tutelando l'uomo, il clima e l'ambiente.

La certificazione energetica rilasciata da un organo esterno all'iter progettuale è marchio di qualità sempre più riconosciuto.


COME SI FA

Il certificato energetico degli edifici riporta in maniera comprensibile le principali informazioni sull'efficienza energetica e la sostenibilità ambientale della costruzione a cui si riferisce. Nella prima pagina sono riportate le più importanti informazioni:

  • efficienza dell'involucro: descrive la qualità energetica dell'involucro edilizio e delle tecniche di installazione. E' un valore di calcolo che considera: qualità di pareti esterne, finestre, tetto e ponti termici; perdite causate da ricambio d'aria; guadagni termici con irraggiamento solare, calore corporeo, apparecchi elettrici; qualità dell'intero impianto di riscaldamento dal generatore fino ai corpi di distribuzione; fabbisogno e consumo energetico per l'acqua sanitaria; il vettore energetico (gasolio, metano, corrente elettrica...).
  • efficienza complessiva: esprime la valutazione complessiva della qualità dell'involucro e della qualità delle scelte impiantistiche. Non definisce i consumi effettivi, ma il fabbisogno energetico attraverso dei valori standardizzati: in questo modo si rende una valutazione indipendente dalle abitudini degli abitanti dell'edificio.
  • sostenibilità ambientale: esprime in modo oggettivo l'ecocompatibilità dell'edificio, premiando le scelte di materiali e sistemi a basso impiego di energia, non dannosi alla salute e a basso impatto ambientale (si valutano i singoli materiali, come e dove vengono prodotti, se le fabbriche rispettano l'ambiente, ecc)

Le successive pagine del certificato contengono una serie di informazioni complementari di una certa importanza sia per il tecnico che per l'utente. Caratteristica del certificato è la sua semplicità e trasparenza nella rappresentazione dei consumi.


Per ottenere la certificazione CasaClima l'iter inizia con la progettazione, già dalle prime fasi è fondamentale studiare il sito, le caratteristiche climatiche dell'area e quindi seguire le indicazioni di base per il corretto sviluppo dell'edificio. Da subito la progettazione deve prevedere anche l'impiantistica, fondamentale per ottenere le migliori prestazioni energetiche e di comfort. Ogni singolo passo viene controllato da un organo preposto che deve certificare la corretta progettazione e quindi successivamente la corretta esecuzione di ogni singola opera. Per questo motivo un edificio CasaClima è sinonimo di qualità, non viene lasciato nulla al caso, non ci sono imprevisti, tutto o quasi viene stabilito in anticipo.



CHI
Il protocollo CasaClima non interessa solo i progettisti, ma coinvolge i Comuni, i committenti, i costruttori, i tecnici impiantisti, le aziende, le banche, le assicurazioni.

vota  

Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c

EFFICIENZA ENERGETICA: VOCI CORRELATE

Ristrutturazione edifici con miglioramento energetico

di Arch. Silvia Volpe del 23/04/2013

Ristrutturare un edificio migliorandone le prestazioni energetiche significa diminuire l'indice di ..

Detrazioni fiscali del 55%

di del 13/06/2011

Da alcuni anni i cittadini che intervengono sull’impianto di riscaldamento invernale, e sull’involuc..

Certificazione energetica degli edifici

di Arch. Simona Ferradini del 12/01/2012

L'attestato di Certificazione energetica è un documento redatto da un professionista, sulla base di ..

Efficienza energetica

di Arch. Doris Alberti del 10/06/2011

L'efficienza energetica di un sistema, in generale, misura la capacità che esso ha di sfruttare l'en..

Libretto di Centrale e di Impianto

di Ing. Danilo Coldesina del 10/06/2011

Il libretto di centrale è una documentazione relativa alla centrale termica (per impianti con potenz..