Il Professionista su misura per te
o richiedi una
Chiedi una Consulenza o Preventivo Gratuito

Regolamento locale di igiene

del 14/12/2015
CHE COS'È?

Regolamento locale di igiene: definizione

Il regolamento di igiene locale è un atto normativo che regola tutte le attività di trasformazione edilizia che vengono effettuate sul territorio (insieme con le norme di attuazione dei piani urbanistici comunali, le norme provinciali, le norme regionali, le norme statali e il regolamento edilizio). Questo atto disciplina i requisiti igienici che devono rispettare i locali agibili, i locali accessori e i suoli edificabili. Per quel che riguarda i locali agibili, i requisiti hanno a che fare con l'illuminazione, la superficie di pavimento, la ventilazione, le altezze interne, la protezione dall'umidità, i servizi tecnologici, la coibenza termica, la sicurezza, l'accessibilità e l'isolamento acustico. Per quel che riguarda i suoli edificabili, i requisiti hanno a che fare con la loro salubrità, in relazione al divieto di costruire con materiali inquinanti o in presenza di acque superficiali o sotterranee che sarebbe difficile eliminare. 


COME SI FA

Dove viene applicato il regolamento locale di igiene?

Le norme del regolamento si applicano a tutti gli interventi per i quali è necessario che la struttura comunale di competenza rilasci degli atti autorizzativi, per gli aspetti che riguardano la sanità pubblica e l'igiene. A meno che non sia previsto diversamente, inoltre, le norme valgono anche per le opere per cui c'è bisogno di una denuncia di inizio attività. 


CHI

Gli uffici comunali.


FAQ

1. Cosa prevede il certificato di agibilità?

Per l'occupazione - totale o parziale - di fabbricati che sono stati sottoposti a interventi edilizi che avevano lo scopo di modificare le condizioni di abitabilità autorizzate in precedenza (il cosiddetto cambio di destinazione d'uso) e di nuove costruzioni, così come per la rioccupazione di fabbricati che in precedenza erano stati dichiarati inabitabili, è necessario che il proprietario richieda una licenza d'uso al Comune. Le domande finalizzate al conseguimento del certificato di agibilità d'uso di un edificio devono essere accompagnate dalla documentazione di interesse igienico - sanitario. Il Comune può acquisire, nell'ambito del procedimento per la concessione del certificato, il parere igienico - sanitario della struttura tecnica dell'Asl di competenza. In pratica, dopo avere ricevuto la domanda il Comune la invia all'Asl per ottenere un parere a proposito dei requisiti igienico - sanitari necessari per l'edificio. Quindi, la struttura tecnica dell'Asl emette il proprio parere o rilascia la certificazione al massimo entro 30 giorni dalla data in cui la domanda è stata ricevuta.

2. Quali sono le prescrizioni per la difesa dalla polvere nei cantieri?

Nei cantieri in cui vengono eseguite delle demolizioni sono necessarie delle delimitazioni effettuate con protezioni adeguate ed eventualmente recinzioni che devono essere realizzate con materiali ad hoc. Inoltre, è indispensabile fare in modo che i materiali derivanti dalle demolizioni vengano fatti scendere dopo essere stati bagnati con recipienti o trombe specifiche, in modo tale che non vengano sollevate troppe polveri. Nei cantieri in cui le demolizioni vengono effettuate con palle o con macchinari dotati di braccio meccanico, il responsabile della struttura tecnica dell'Asl può segnalare la necessità di abbinare alla bagnatura altri accorgimenti speciali, sempre per prevenire l'eccessiva polverosità.

3. Come devono essere trattati i materiali di risulta?

In presenza di interventi di scavo o di demolizione, ma anche in tutte le altre circostanze che richiedano l'allontanamento di materiali di risulta, il responsabile dei lavori o il committente è tenuto a comunicare all'Asl, al Comune e all'Arpa il recapito di questi materiali, che deve essere provato con una documentazione ad hoc alla conclusione delle opere. Durante i lavori, è necessario evitare qualsiasi tipo di imbrattamento del suolo pubblico, con specifico riferimento al trasporto dei materiali di risulta stessi.
vota  

Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c

URBANISTICA: VOCI CORRELATE

Piano attuativo

di del 30/09/2016

La predisposizione di un piano attuativo, nelle parti di territorio comunale in cui è obbligatoria n..

Piano del colore degli edifici

di del 24/08/2016

Il piano del colore degli edifici è uno strumento urbanistico che può venire adottato da un'amminist..

Programma urbano dei parcheggi

di del 30/01/2017

Il programma urbano dei parcheggi è uno strumento che ha lo scopo di pianificare e di gestire gli sp..

Piano di governo del territorio - PGT

di Arch. Simona Ferradini del 31/03/2011

Il Piano di Governo del Territorio è il nuovo strumento urbanistico che si consulta tutte le volte c..

Rapporti aeroilluminanti

di del 31/03/2011

I rapporti aeroilluminanti esprimono il rapporto tra la superficie illuminante (vetrata) e/o la supe..