Consulenza o Preventivo Gratuito

Creditori: come comunica con il curatore anche senza PEC

del 11/08/2017
di: Redazione
Creditori: come comunica con il curatore anche senza PEC

Con la legge 221/2012, le domande di ammissione allo stato passivo corredate dai documenti dovranno essere inviate al curatore esclusivamente via PEC e con firma digitale.

È un cambiamento che comporta un notevole alleggerimento delle attività della Cancelleria del Tribunale e l’attribuzione al Curatore della responsabilità delle operazioni di ricezione delle domande, dell’assegnazione numero di cronologia delle domande e della spedizione al creditore della ricevuta di deposito della domanda.

Eppure, per comunicare con il curatore non è necessario disporre di un proprio indirizzo PEC: se non si è titolari di un indirizzo PEC, si può comunicare quella di una terza persona, preferibilmente un familiare, un amico o il professionista di fiducia.

Fonte e approfondimenti: www.quifinanza.it

vota  
SULLO STESSO ARGOMENTO
Contributi per le elezioni sotto la lente Bankitalia

del 13/02/2013

I bonifici effettuati per finanziare la campagna elettorale dovranno indicare come causale o motivo...

Partiti, statuti trasparenti e bilanci certificati

del 04/06/2013

Statuti trasparenti e bilanci certificati per i partiti. Tutta la documentazione dovrà essere resa d...

Conti online, l'accesso è prova e tradisce il cliente

del 05/06/2013

Gli accessi al conto online tradiscono il cliente. Possono documentare che è stato dato un ordine te...