Consulenza o Preventivo Gratuito

Conto corrente pignorato per chi ha debiti con il fisco

del 18/05/2017
di: Redazione
Conto corrente pignorato per chi ha debiti con il fisco

Dal 1 luglio 2017 l’Agenzia delle Entrate può pignorare il conto corrente dei contribuenti che hanno un debito con il fisco, in attuazione di quanto previsto dalle disposizioni del decreto fiscale collegate alla Legge di bilancio 2017.

Se il cittadino non paga il dovuto entro 60 giorni dalla ricezione della cartella esattoriale, l’Agenzia dell’Entrate-Riscossione procede a pignorare il conto corrente direttamente, cioè senza rivolgersi al giudice per citare in giudizio il contribuente.

Quest’ultimo può tutelarsi dal blocco del proprio denaro presentando una richiesta di rateizzazione entro 60 giorni dalla notifica della cartella: accettata la richiesta e pagata la prima rata, il cittadino può domandare lo sblocco del conto corrente pignorato.

Fonte e approfondimento: www.guidafisco.it. 

vota  
SULLO STESSO ARGOMENTO
La pace fiscale agevolata è costata 1.453 euro

del 24/01/2013

Sono 119 mila le liti tributarie di importo fino a 20 mila euro definite dai contribuenti in modo ag...

Occhi del fisco anche sui conti correnti delle colf

del 24/01/2013

L'occhio «indiscreto» dell'amministrazione arriva anche sulle provviste dei collaboratori domestici....

EBay sul banco degli imputati per evasione fiscale

del 25/01/2013

EBay sul banco degli imputati per evasione fiscale. Un nuovo tassello si aggiunge alla vicenda tribu...