Consulenza o Preventivo Gratuito

Tetto ai prelievi da conto corrente

del 15/11/2016
di: Redazione
Tetto ai prelievi da conto corrente

L’emendamento al decreto fiscale approvato ieri sta già facendo molto discutere: è stato fissato un tetto ai prelievi da conto corrente. Chi preleva dal proprio conto corrente più di 1.000€ al giorno e oltre 5.000€ al mese può essere oggetto di controllo da parte dell’Agenzia delle Entrate per verificare la presunzione di nero.

L’emendamento del tetto al prelievo da conto corrente si affianca al divieto di pagare in contanti spese che superano i 3.000€. La novità fa discutere perché insinua tra i cittadini – anche tra i dipendenti – la sensazione di non poter godere liberamente dei propri risparmi per timore di incorrere in inutili controlli fiscali.

La soluzione è una sola: oltre a non avere introiti in nero, è sempre bene indicare una corretta causale nei versamenti e conservare un archivio con le pezze giustificative dell’impiego di consistenti somme di denaro. In presenza di una prova giustificata al prelievo di oltre 1.000€ al giorno e oltre 5.000€ al mese, infatti, non scattano i controlli fiscali.

vota  
SULLO STESSO ARGOMENTO
La Guardia di finanza rafforza gli accertamenti

del 25/01/2013

Guardia di finanza spalla delle Entrate per l'accertamento. Nel 2012 i verbali delle Fiamme gialle h...

L'elaborazione dei dati fiscali non è attività riservata

del 26/01/2013

L'attività di elaborazione dati ai fini fiscali non è attività riservata. Pertanto, può essere svolt...

Il nuovo redditometro non riesce a stanare i vip

del 29/01/2013

Il nuovo redditometro fa i conti con il passato. E il risultato non incoraggia affatto. Il vecchio a...