Consulenza o Preventivo Gratuito

Controllo fiscale sui conti correnti, la prova spetta al contribuente

del 26/10/2015
di: La redazione
Controllo fiscale sui conti correnti, la prova spetta al contribuente

 

Non più all’Amministrazione: spetta al contribuente l’onere del controllo fiscale sui conti correnti. Lo stabilisce una recente sentenza della Cassazione che impone al contribuente di giustificare tutti i movimenti bancari che non possono essere ricondotti a operazioni imponibili. Questo nuovo approccio varrà non soltanto per i conti correnti intestati al contribuente oggetto di controllo da parte dell’Amministrazione, ma anche per quelli cointestati. La sentenza 18370/2015 sostiene che perfino il conto corrente della suocera possa essere oggetto di controllo.

 

Secondo gli Ermellini un conto corrente, anche se non direttamente intestato al contribuente, può comunque essere a lui riconducibile. Infine, nel caso di conto corrente cointestato, i versamenti effettuati dal coniuge rientrano di diritto nei movimenti contestabili su cui il contribuente dovrà fornire l’onere della prova. Cattive notizie, quindi? Non soltanto: nel caso di malsicure risultanze, l’amministrazione non può ribaltare sul contribuente l’onere della prova. 

vota  
SULLO STESSO ARGOMENTO
La Guardia di finanza rafforza gli accertamenti

del 25/01/2013

Guardia di finanza spalla delle Entrate per l'accertamento. Nel 2012 i verbali delle Fiamme gialle h...

L'elaborazione dei dati fiscali non è attività riservata

del 26/01/2013

L'attività di elaborazione dati ai fini fiscali non è attività riservata. Pertanto, può essere svolt...

Il nuovo redditometro non riesce a stanare i vip

del 29/01/2013

Il nuovo redditometro fa i conti con il passato. E il risultato non incoraggia affatto. Il vecchio a...