Consulenza o Preventivo Gratuito

Porti, un miliardo di fondi e meno burocrazia

del 22/09/2015
di: La redazione
Porti, un miliardo di fondi e meno burocrazia
Una svolta per i porti italiani. Il decreto attuativo dell’articolo 29 del cosiddetto “Sblocca Italia” è all’analisi delle commissioni parlamentari. Ma, se venisse approvato, promette numerose migliorie per il sistema portuale. In primo luogo, il piano utilizzerà le risorse a disposizione: 700 milioni destinati dall’Ue al rilancio del sud, 85 già stanziati dal governo per investimenti nei porti per il 2015 e circa 600 all’anno messi a disposizione per il trasporto via nave. Inoltre verranno snellite le procedure, diminuendo la burocrazia; si cercherà di aumentare la concorrenza e la qualità dei servizi offerti; verranno migliorati i collegamenti tra i trasporti via terra e quelli via mare. Inoltre, il sistema portuale diventerà parte integrante del tessuto produttivo del territorio. Un occhio all’ambiente e all’efficienza energetica e uno alle infrastrutture, con il potenziamento delle infrastrutture esistenti. Chi si occuperà di questa piccola rivoluzione? Verrà istituito un coordinamento nazionale, con una nuova governance capace di garantire al settore l’innovazione di cui ha bisogno e l’efficienza, fondamentale per diventare uno dei gangli dell’economia italiana.
vota  
SULLO STESSO ARGOMENTO
Si alleggeriscono le black list

del 12/05/2015

Due decreti del Mef pubblicati ieri in Gazzetta Ufficiale n.107, che danno attuazione alla legge di...

Brexit: Regno Unito al voto il 23 giugno 2016

del 23/06/2016

Brexit 2016: referendum per uscire o restare nell’Unione Europea Dalle 8 alle 23 (ore italiane) di...

Brexit giugno 2016: al varo una rete di sicurezza UE

del 27/06/2016

Brexit 2016: possibile coinvolgimento delle Casse per la sicurezza economica dell’UE Il forte imp...