Consulenza o Preventivo Gratuito

Evasori, custodia preventiva solo in caso di recidiva

del 21/09/2015
di: La redazione
Evasori, custodia preventiva solo in caso di recidiva
Si fa un gran parlare della necessità di arginare l’evasione fiscale. Ma, dopo il cosiddetto “svuota carceri”, provvedimento teso a diminuire la popolazione carceraria, una sentenza della Cassazione ha sancito che gli evasori non possono essere incarcerati con la custodia preventiva a meno che non vi siano gravi pericoli di reiterazione prima del giudizio o se l’accusa mossa al soggetto supera i tre anni di reclusione. Nel secondo caso, infatti, gli Ermellini hanno stabilito che il giudice deve tenere conto anche della possibile concessione della condizionale, provvedimento che, se applicato, non prevedrebbe la carcerazione dell’evasore. Sarà il giudice, quindi, a decidere come intervenire, tenendo conto che le sanzioni irrogate non potranno, in alcun modo, essere limitative della libertà dell’individuo in misura maggiore di quanto non sarebbe la pena definitiva. Con buona pace dei 180 miliardi di euro che ogni anno vengono elusi al fisco.
vota  
SULLO STESSO ARGOMENTO
La Guardia di finanza rafforza gli accertamenti

del 25/01/2013

Guardia di finanza spalla delle Entrate per l'accertamento. Nel 2012 i verbali delle Fiamme gialle h...

L'elaborazione dei dati fiscali non è attività riservata

del 26/01/2013

L'attività di elaborazione dati ai fini fiscali non è attività riservata. Pertanto, può essere svolt...

Il nuovo redditometro non riesce a stanare i vip

del 29/01/2013

Il nuovo redditometro fa i conti con il passato. E il risultato non incoraggia affatto. Il vecchio a...