Consulenza o Preventivo Gratuito

Divieto di anatocismo sempre in vigore

del 22/05/2015
di: la redazione
Divieto di anatocismo sempre in vigore
Due ordinanze del Tribunale di Milano 25 marzo 2015 e 3 aprile 2015 nel procedimento rubricato 3562/2015 interpretano a favore dei correntisti l’articolo 120 del testo unico bancario. Il divieto di produzione di interessi su interessi, del cosiddetto anatocismo, scatta dal 1 gennaio 2014 data dell’entrata in vigore della legge 147/2013 che con il suo articolo 1 ha introdotto l’articolo 120 citato. Se gli istituti di credito continuano ad applicare interessi anatocistici nei rapporti bancari, riporta ItaliaOggi, i correntisti e le associazioni di categoria possono proporre azione per ottenere l’inibitoria e il rimborso di quanto indebitamente pagato. L’associazione Aiace ha predisposto modelli di diffide da inviare alle banche. Si ricorda che è vietata ogni forma di anatocismo bancario anche in ordine ai contratti sorti precedentemente a tale data che abbiano clausole sulla catalizzazione degli interessi passivi sui rapporti di conto corrente o in materia di mutui, il computo degli interessi di mora sull’intera rata scaduta già comprensiva degli interessi corrispettivi.
vota  
SULLO STESSO ARGOMENTO
La pace fiscale agevolata è costata 1.453 euro

del 24/01/2013

Sono 119 mila le liti tributarie di importo fino a 20 mila euro definite dai contribuenti in modo ag...

Occhi del fisco anche sui conti correnti delle colf

del 24/01/2013

L'occhio «indiscreto» dell'amministrazione arriva anche sulle provviste dei collaboratori domestici....

EBay sul banco degli imputati per evasione fiscale

del 25/01/2013

EBay sul banco degli imputati per evasione fiscale. Un nuovo tassello si aggiunge alla vicenda tribu...