Consulenza o Preventivo Gratuito

Aspi e nuova occupazione

del 25/03/2015
di: la redazione
Aspi e nuova occupazione
L’Inps con messaggio 2028 del 2015 ha chiarito che nel caso il lavoratore che gode dell’Aspi trovi un impiego non vi deve rinunciare. L’indennità può essere cumulata infatti con il nuovo reddito da lavoro dipendente, a patto che non superi gli 8 mila euro annuali. In caso di lavoro autonomo o collaborazione il limite di reddito è di 4800 euro. La novità, riferisce il quotidiano ItaliaOggi, scaturisce dalla diciplina del riconoscimento dello stato di disoccupazione di cui all’articolo di cui all’articolo 4 comma 1 letera a) del dlgs 181/2000. La norma, riferisce il quotdiano, la quale dispone “conservazione dello stato di disoccupazioe a seguito dello svolgimento di attività lavorativa tale da ssicurare un reddito annuale non superiore al reddito minimo personale escluso da 2013 6/2013 convertito dalla legge 99/2013". La novità, riferisce il quotidiano ItaliaOggi, scaturisce dalla diciplina del riconoscimento dello stato di disoccupazione di cui all’articolo di cui all’articolo 4 comma 1 lettera a) del dlgs 181/2000.
vota  
SULLO STESSO ARGOMENTO
Progetto: salute e sicurezza al passo con i tempi

del 29/01/2013

Nell'ambito della collaborazione tra l'Inail e il Consiglio nazionale dell'Ordine dei consulenti del...

La puerpera fa esperienza anche da casa

del 05/02/2013

La futura mamma, che lavorava a part-time, matura esperienza anche se rimane a casa e non fa, quindi...

Politica disinteressata ai problemi reali del paese

del 05/02/2013

L'allarme è di quelli rossi e non va sottovalutato. Nel 2012 hanno chiuso 365mila aziende, cioè 1000...