Consulenza o Preventivo Gratuito

Autoriciclaggio, condotta da riformulare

del 31/07/2014
di: la Redazione
Autoriciclaggio, condotta da riformulare
Il procuratore nazionale antimafia Franco Roberti, scrive Italia Oggi, si è pronunciato ieri in Commissione giustizia della Camera sull’autoriciclaggio, affermando che la condotta come formulata va rivista perché così un soggetto può essere perseguito due volte e che bisogna evitare che l’estensione della collaborazione volontaria anche ai capitali sommersi detenuti in Italia alla lunga si trasformi in un condono fiscale sostanziale. Roberti ha poi aggiunto che dal punto di vista delle procedure devono restare immutati i presidi di autoriciclaggio a carico di banche e finanziarie e anche l’obbligo di segnalazione alle autorità di vigilanza monetaria. Necessario, infine, vigilare sull’estensione della collaborazione volontaria ai beni nascosti al fisco ma detenuti in Italia.
vota  
SULLO STESSO ARGOMENTO
La pace fiscale agevolata è costata 1.453 euro

del 24/01/2013

Sono 119 mila le liti tributarie di importo fino a 20 mila euro definite dai contribuenti in modo ag...

Occhi del fisco anche sui conti correnti delle colf

del 24/01/2013

L'occhio «indiscreto» dell'amministrazione arriva anche sulle provviste dei collaboratori domestici....

EBay sul banco degli imputati per evasione fiscale

del 25/01/2013

EBay sul banco degli imputati per evasione fiscale. Un nuovo tassello si aggiunge alla vicenda tribu...