Consulenza o Preventivo Gratuito

Accanirsi contro il contribuente non è corretto

del 06/05/2014
di: la Redazione
Accanirsi contro il contribuente non è corretto
Attilio Befera, direttore dell’Agenzia delle Entrate, in una lettera risalente allo scorso aprile indirizzata ai direttori provinciali ha affermato che “se un accertamento non ha un solido fondamento non va fatto e se da una verifica non emergono fatti o elementi fatti o elementi concreti da contestare, non è corretto cercare a ogni costo pseudoinfrazioni formali da sanzionare solo per evitare che la verifica sembri essersi chiusa negativamente”. Ha precisato Befera: “finora abbiamo operato sulle strutture di vertice, centrali e regionali, unificando i centri direttivi della “nuova agenzia”. Dovremmo adesso avviare per completarlo entro il 2015, l’intervento sugli uffici provinciali per integrarne le attività operative, nell’ottica di razionalizzazione e miglioramento dei servizi cui si ispira l’intera operazione”.
vota  
SULLO STESSO ARGOMENTO
La pace fiscale agevolata è costata 1.453 euro

del 24/01/2013

Sono 119 mila le liti tributarie di importo fino a 20 mila euro definite dai contribuenti in modo ag...

Occhi del fisco anche sui conti correnti delle colf

del 24/01/2013

L'occhio «indiscreto» dell'amministrazione arriva anche sulle provviste dei collaboratori domestici....

EBay sul banco degli imputati per evasione fiscale

del 25/01/2013

EBay sul banco degli imputati per evasione fiscale. Un nuovo tassello si aggiunge alla vicenda tribu...