Consulenza o Preventivo Gratuito

Commercialisti, no alla soppressione degli ordini

del 26/02/2014
di: la Redazione
Commercialisti, no alla soppressione degli ordini
La revisione della geografia giudiziaria colpisce gli organismi territoriali dei commercialisti. Sono 54 gli ordini interessati da chiusure o accorpamenti conseguenti alla modifica del bacino di competenza, di cui 37 sono quelli che si vedono modificare il proprio circondario e costretti a cedere parte dei propri iscritti. Essi si dichiarano pronti a fare opposizione nel caso una determinazione comporterà la loro soppressione. Alcuni presidenti hanno già fatto sentire la propria voce ad ItaliaOggi. Mario Cardillo, presidente dell’ordine di Lucera, afferma che non si arrenderà alla chiusura e preme perchè si possa votare per il nuovo consiglio. Mario Tagliaferri, presidente dell’ordine di Crema, è del parere che finchè non si risolve il problema della geografia giudiziaria, non si potrà andare al voto e la categoria dei commercialisti, che già sta lavorando molto per lo Stato, non se lo può permettere. Vincenzo Moretta, presidente dell’ordine di Napoli, riporta ItaliaOggi, ha affermato: “i decreti attuativi non ci sono, quindi si potrebbe pensare di procedere prima a nuove elezioni e poi al riordino della mappa degli ordini. Ma questa valutazione va fatta con il ministero e con estrema chiarezza e a patto di essere tutti d’accordo”.
vota  
SULLO STESSO ARGOMENTO
Danno da infiltrazioni d'acqua? diritto al risarcimento

del 30/01/2013

«Il conduttore ha diritto alla tutela risarcitoria nei confronti del terzo che con il proprio compor...

Il latte crudo va dichiarato sulla confezione

del 31/01/2013

Il latte crudo, così come la crema, prima di essere consumati vanno bolliti; la dicitura va riportat...

Colpa lieve, medico innocente se ha seguito l'iter

del 01/02/2013

La depenalizzazione dalla colpa lieve del medico scatta nei processi in corso in base al principio d...