Consulenza o Preventivo Gratuito

Deducibile l'assegno versato per sanare l'inadempimento

del 25/02/2014
di: la Redazione
Deducibile l'assegno versato per sanare l'inadempimento
La Corte di Cassazione, con ordinanza 4402 del 24 febbraio 2014, ha stabilito che l’assegno versato alla ex in forza di una transazione avente per oggetto l’adempimento dell’obbligo di pagamento di assegni mensili di mantenimento pregressi e già scaduti, è deducibile dall’Irpef. Secondo la Suprema Corte, che ha confermato il giudizio di merito, l’accordo intervenuto tra gli ex coniugi di pagamento degli oltre 13 mila euro dovuti in favore della ex moglie, non costituisce il pagamento di un assegno una tantum ma costituisce l’adempimento dell’obbligo di pagamento dei pregressi assegni scaduti al fine di sanare l’inadempimento. Il pagamento infatti è disposto in base alle prescrizioni della sentenza di separazione e ad essa quindi si lega e allo stesso tempo si riconduce al reddito dei coniugi, ragion per cui è possibile la sua detraibilità fiscale. L’amministrazione finanziaria aveva senza motivazione alcuna negato tale detraibilità; la Suprema Corte invece ha respinto il ricorso presentato dall’Agenzia delle Entrate contro la decisione della Ctr di Roma.
vota  
SULLO STESSO ARGOMENTO
La pace fiscale agevolata è costata 1.453 euro

del 24/01/2013

Sono 119 mila le liti tributarie di importo fino a 20 mila euro definite dai contribuenti in modo ag...

Occhi del fisco anche sui conti correnti delle colf

del 24/01/2013

L'occhio «indiscreto» dell'amministrazione arriva anche sulle provviste dei collaboratori domestici....

EBay sul banco degli imputati per evasione fiscale

del 25/01/2013

EBay sul banco degli imputati per evasione fiscale. Un nuovo tassello si aggiunge alla vicenda tribu...