Consulenza o Preventivo Gratuito

Pure presunzioni semplici per far saltare il carosello

del 05/07/2013
di: Debora Alberici
Pure presunzioni semplici per far saltare il carosello
Il fisco può provare la frode carosello disconoscendo l'Iva anche con presunzioni semplici come ad esempio l'insolito sistema di pagamento utilizzato dal contribuente, in questo caso assegni circolari.

È quanto stabilito dalla Corte di cassazione che, con la sentenza n. 14960 del 14 giugno 2013, ha accolto il ricorso dell'Agenzia delle entrate.

È il caso di una società di Firenze che aveva acquistato da fornitori privi di un'autonoma organizzazione e con strani sistemi di pagamento: gli assegni circolari che non sono tracciabili. L'amministrazione aveva negato la detrazione dell'Iva procedendo al recupero d'imposta. L'atto impositivo è stato annullato da ctp e ctr. Ora la Cassazione ha ribaltato la decisione di merito affermando che, nonostante incomba all'ufficio dimostrare che l'operazione sia soggettivamente falsa, questo può farlo anche mediante presunzioni, purché gravi, precise e concordanti.

Sul punto i Supremi giudici hanno motivato che in caso di frodi carosello è il fisco ad avere l'onere di provare — anche mediante presunzioni - gli elementi di fatto che concretizzano la frode e la partecipazione ad essa, la consapevolezza di essa da parte del contribuente e tale prova può essere data anche mediante presunzioni, dotate di gravità, precisione e concordanza, consistenti in elementi tali da porre sull'avviso qualsiasi imprenditore onesto e mediamente esperto.

In altri termini, nelle c.d. frodi carosello il meccanismo dell'operazione e gli scopi che la stessa si propone (acquisizione di materiali a prezzi più contenuti al fine di praticare prezzi di vendita più bassi, con alterazione a proprio favore del libero mercato), fanno presumere la piena conoscenza della frode e consapevole partecipazione all'accordo simulatorio del beneficiario finale.

vota  
SULLO STESSO ARGOMENTO
La pace fiscale agevolata è costata 1.453 euro

del 24/01/2013

Sono 119 mila le liti tributarie di importo fino a 20 mila euro definite dai contribuenti in modo ag...

Occhi del fisco anche sui conti correnti delle colf

del 24/01/2013

L'occhio «indiscreto» dell'amministrazione arriva anche sulle provviste dei collaboratori domestici....

EBay sul banco degli imputati per evasione fiscale

del 25/01/2013

EBay sul banco degli imputati per evasione fiscale. Un nuovo tassello si aggiunge alla vicenda tribu...