Consulenza o Preventivo Gratuito

Spot, Iva sulle imposte se non sono anticipazioni

del 12/06/2013
di: Franco Ricca
Spot, Iva sulle imposte se non sono anticipazioni
Le imposte addebitate al cessionario/committente dell'operazione, anche se poste dalla legge a carico di questi, concorrono a formare la base imponibile per l'applicazione dell'Iva se il soggetto tenuto a versarle all'erario è esclusivamente il cedente/prestatore in veste di sostituto d'imposta. La soluzione è diversa se è configurabile un rapporto tributario con l'erario direttamente in capo al cessionario/committente, nel qual caso si dovrebbe parlare di riaddebito di somme anticipate in nome e per conto della controparte, come tali escluse dalla sfera di applicazione dell'Iva.

Può essere sintetizzato in questi termini il parere che l'avvocato generale presso la Corte di giustizia Ue ha depositato ieri, nei procedimenti riuniti C-618/11, C-637/11 e C-659/11, volti a stabilire se l'addebito agli inserzionisti, da parte di un'emittente televisiva, dell'imposta sulla videodiffusione vigente in Portogallo, dovuta dagli inserzionisti per la trasmissione e diffusione della pubblicità, ma versata all'erario dall'emittente fornitrice dei servizi pubblicitari in qualità di sostituto d'imposta, partecipi o meno alla formazione della base imponibile ai fini Iva di tali servizi.

Per una questione simile, si può pensare, in Italia, all'imposta erariale sui voli in aerotaxi recentemente istituita dal dl n. 201/2011.

Basandosi sugli effetti giuridici del meccanismo della sostituzione d'imposta, l'avvocato generale suggerisce alla corte di dichiarare che, ai fini del calcolo dell'Iva applicata ai servizi pubblicitari, le disposizioni della direttiva Iva impongono di includere nella base imponibile un tributo come l'imposta portoghese sulla videodiffusione, che è dovuta dagli inserzionisti, ma viene pagata dagli operatori televisivi a mezzo di sostituzione d'imposta e viene registrata in conti provvisori di terzi, qualora il rapporto giuridico pubblicistico d'imposta intercorra tra le autorità fiscali e gli operatori televisivi. Qualora invece, in relazione a detta imposta, il rapporto giuridico pubblicistico intercorra tra gli inserzionisti e le autorità fiscali, circostanza che dovrà essere appurata dai giudici nazionali, si dovrebbe dichiarare che il riaddebito dell'imposta non deve essere incluso nella base imponibile.

vota  
SULLO STESSO ARGOMENTO
La pace fiscale agevolata è costata 1.453 euro

del 24/01/2013

Sono 119 mila le liti tributarie di importo fino a 20 mila euro definite dai contribuenti in modo ag...

Occhi del fisco anche sui conti correnti delle colf

del 24/01/2013

L'occhio «indiscreto» dell'amministrazione arriva anche sulle provviste dei collaboratori domestici....

EBay sul banco degli imputati per evasione fiscale

del 25/01/2013

EBay sul banco degli imputati per evasione fiscale. Un nuovo tassello si aggiunge alla vicenda tribu...