Consulenza o Preventivo Gratuito

La fattura non osta ai sequestri

del 11/06/2013
di: di Debora Alberici
La fattura non osta ai sequestri
I beni dell'azienda sono sequestrabili ai sensi della «231» anche in caso di fatture soggettivamente inesistenti. Non rileva che l'Iva sia stata versata nell'ambito della frode carosello. La Cassazione con la sentenza 24841 del 6/6/2013 (III sez. pen.) ha reso definitivo un sequestro finalizzato alla confisca a carico di una Spa coinvolta in una frode carosello. Inutile il ricorso in cassazione da parte della difesa che ha tentato di smontare l'impianto accusatorio sostenendo che parte dell'Iva contestata era stata invece versata perché le fatture erano solo soggettivamente false e non oggettivamente. Per Piazza Cavour ha fatto bene il Tribunale delle Libertà di Milano a convalidare il sequestro. Ciò perché, si legge in sentenza, il profitto del reato di associazione per delinquere, sequestrabile ai fini della successiva confisca per equivalente (art. 11, legge 16 marzo 2006, n. 146), è costituito dal complesso dei vantaggi direttamente conseguenti dall'insieme dei reati fine, dai quali è del tutto autonomo e la cui esecuzione è agevolata dall'esistenza di una stabile struttura organizzata e dal comune progetto delinquenziale. Fra l'altro, l'art. 5 ultimo comma del dlgs 231/2001 puntualizza che «l'ente non risponde se le persone indicate nel comma 1 hanno agito nell'interesse esclusivo proprio o di terzi». Infine, il sequestro preventivo funzionale alla confisca per equivalente, avendo natura provvisoria, può interessare indifferentemente ciascuno dei concorrenti anche per l'intera entità del profitto accertato, sebbene il provvedimento definitivo di confisca, rivestendo invece natura sanzionatoria, non possa essere duplicato o comunque eccedere nel «quantum» l'ammontare complessivo dello stesso profitto. Quindi, trattandosi di sequestro che può attingere indifferentemente ciascuno dei concorrenti anche per l'intera entità del profitto accertato, non si possono accogliere i rilievi che sostanzialmente mirano a dimostrare la sproporzione della misura rispetto al profitto reale, potendo tali considerazioni rilevare, se del caso, solo al momento della confisca.
vota  
SULLO STESSO ARGOMENTO
Dati Unioncamere: morte mille imprese al giorno

del 31/01/2013

Boom di imprese che nell'anno 2012 hanno chiuso i battenti. Cancellate dal registro delle imprese mi...

L'affitto o cessione d'azienda consente la cigs

del 05/02/2013

Sì alla cigs se l'impresa cede o affitta l'azienda; oppure se distacca i lavoratori presso imprese t...

Pagamenti senza causale Bancarotta per distrazione

del 06/02/2013

Dev'essere punito per il più grave reato di bancarotta per distrazione e non preferenziale l'imprend...