Consulenza o Preventivo Gratuito

Fisco, 2 mln di rateizzazioni

del 07/06/2013
di: di Beatrice Migliorini
Fisco, 2 mln di rateizzazioni
Le rateizzazioni riscuotono successo. E funzionano. Dal 2008 al 2012 Equitalia ha concesso 1.917.000 dilazioni di pagamento per un totale di 22 miliardi di euro incassati. Il 77% dei quali, è arrivato direttamente da persone fisiche (16,94 miliardi di euro). Inferiori invece (23%) i casi di dilazioni concesse a persone giuridiche e partite Iva, che complessivamente hanno fatto affluire nelle casse dell'Erario poco più di 5 miliardi di euro in quattro anni. Tra i contribuenti che decidono di avvalersi dello strumento di rateizzazione, più dell'80% riesce a pagare l'ammontare di tutte le rate. Questi i dati resi noti ieri, dal diretto dell'Agenzia delle entrate, Attilio Befera, durante le audizioni che si sono svolte ieri in Commissione finanze alla camera.

Le rateizzazioni. In base a quanto emerso durante l'audizione, sono quindi le persone fisiche i contribuenti che usufruiscono prevalentemente delle dilazioni di pagamento. La distinzione tra persone fisiche e giuridiche non è però la sola a essere stata fatta da Befera. Delle differenze sostanziali esistono anche dal punto di vista geografico. Le istanze di rateizzazione, infatti, sono pervenute maggiormente dal Sud Italia, dove ci sono state 760 mila operazioni per un totale di 8,8 miliardi di euro incassati. Nel Nord Italia invece, le richieste di rateizzazione, sono state minori. Negli ultimi quattro anni infatti, sono stati registrati 605 mila casi, per un totale di 7,9 miliardi di euro affluiti nelle casse dell'erario. Al Centro Italia invece, sono state 551 mila le istanze di rateizzazione che, in tutto, hanno fruttato 5,2 miliardi di euro.

L'Iva e i rimborsi. I dati illustrati dal numero uno delle Entrate, hanno mostrato come l'attività dell'Agenzia abbia tenuto conto della situazione delle imprese. Nel 2012, per imposte dirette e indirette, sono stati infatti erogati rimborsi per 16,5 miliardi di euro ed effettuate compensazioni per più di 23 miliardi. Di questi ultimi, più di 14, sono stati di Iva. Sempre per quel che riguarda l'Imposta sul valore aggiunto, il direttore ha spiegato come «nel 2012, gli interventi esterni hanno dato luogo a 9.900 verifiche che, complessivamente, hanno portato ad accertare più di 750 milioni di euro di maggiore imposta accertata».

La lotta all'evasione. Nel 2012, la lotta all'evasione ha fruttato 12,5 miliardi di euro, ovvero 2,5 miliardi di euro in più rispetto a quanto le stime delle Entrate avevano calcolato. «L'attività di accertamento delle imposte dirette, Iva, Irap e Registro, per il 2012, ha prodotto 400 mila controlli sostanziali», ha spiegato Befera, «a fronte dei quali, sono state accertate maggiori imposte per oltre 28 miliardi di euro». Dato, quest'ultimo, a cui i controlli esterni in materia di imposte dirette e Irap hanno contribuito per il 50% del totale.

La delega fiscale. Durante l'intervento, il direttore, ha poi espresso il proprio parere favorevole sul progetto di delega fiscale, spiegando che «è un'occasione che deve essere sfruttata per ridare ordine e chiarezza al sistema fiscale italiano, perché a oggi», ha dichiarato Befera, «una delle principali ragioni per cui gli imprenditori non investono in Italia, è proprio l'incertezza della nostra normativa fiscale».

A questo proposito, è stata affrontata anche la questione relativa alle sanzioni previste in caso di ritardo nel pagamento dei tributi. Befera, ha infatti dichiarato che «a breve sarà pubblicata una circolare, sul punto, perché è inaccettabile che un contribuente sia soggetto a delle sanzioni pecuniarie in caso di ritardi di uno o due giorni, nel pagamento di tributi che poi», ha concluso il direttore, «vengono incassati effettivamente dall'erario dopo mesi». A conclusione dell'intervento, è stato poi nuovamente sottolineato come il software necessario per interfacciare i dati delle Entrate con le dichiarazioni Isee, sia stato ultimato e quindi pronto a diventare operativo.

© Riproduzione riservata

vota  
SULLO STESSO ARGOMENTO
La pace fiscale agevolata è costata 1.453 euro

del 24/01/2013

Sono 119 mila le liti tributarie di importo fino a 20 mila euro definite dai contribuenti in modo ag...

Occhi del fisco anche sui conti correnti delle colf

del 24/01/2013

L'occhio «indiscreto» dell'amministrazione arriva anche sulle provviste dei collaboratori domestici....

EBay sul banco degli imputati per evasione fiscale

del 25/01/2013

EBay sul banco degli imputati per evasione fiscale. Un nuovo tassello si aggiunge alla vicenda tribu...