Preventivo Gratuito

Unico 2013 e quadro LM Urgono i chiarimenti

del 24/05/2013
Unico 2013 e quadro LM Urgono i chiarimenti Con l'avvicinarsi del periodo per la presentazione del Modello Unico 2013, l'Associazione Ancl dei consulenti del lavoro coglie l'occasione per rivolgere una richiesta di chiarimento all'Agenzia delle entrate al fine di poter risolvere la problematica di cui al nuovo quadro LM dei contribuenti minimi. Come noto a far data dal 1° gennaio 2012 è entrato in vigore il «regime per l'imprenditoria giovanile e i lavoratori in mobilità» che ha sostituito il vecchio regime dei minimi in vigore fino al 31 dicembre 2011. Il nuovo regime dei minimi, previsto dall'art. 27 di cui alla legge n. 111, è stato ideato dal legislatore per favorire i contribuenti marginali con lo scopo di non escluderli dal mondo del lavoro (giovani e disoccupati) e prevede una tassazione sostitutiva del 5% (il vecchio regime prevedeva il 20%). Il quadro dell'Unico 2013 dedicato ai nuovi minimi è il nuovo quadro LM (che sostituisce il precedente quadro CM) che non prevede l'indicazione in alcun rigo delle ritenute d'acconto eventualmente subite dal Contribuente. È vero che, al contrario di quanto accadeva in precedenza, nel nuovo regime dei minimi non si deve applicare la ritenuta d'acconto sulle fatture ma è anche vero che in alcuni casi (come ad esempio: fattura emessa a seguito di detrazione Irpef 36%-50% che all'atto del pagamento la banca ha trattenuto la ritenuta d'acconto ovvero contribuente che abbia emesso una fattura nel 2011 con il vecchio regime dei minimi con incasso nel 2012 dopo aver subito la ritenuta) il contribuente potrebbe aver subito alcune ritenute.

Alla luce della normativa se il contribuente minimo ha subito delle ritenute in mancanza del rigo per l'indicazione delle stesse nel modello Unico 2013 sembrerebbe che l'unica strada per poter recuperare tali somme sia quella di presentare una domanda di rimborso. Ecco perché, al fine di semplificare e risolvere la problematica, sarebbe auspicabile che l'Agenzia delle entrate chiarisca che «eventuali ritenute subite nell'arco del 2012 dai contribuenti minimi possano essere indicate nel quadro RN al fine di un immediato utilizzo da parte degli stessi contribuenti senza dover ricorrere alla presentazione di inutili istanze di rimborso».

vota  
SULLO STESSO ARGOMENTO
Controlli, l'autovalutazione con ReddiTest non basta

del 24/01/2013

Con un anno di ritardo rispetto alla tabella di marcia, l'Agenzia delle entrate alla fine dello scor...

La Guardia di finanza rafforza gli accertamenti

del 25/01/2013

Guardia di finanza spalla delle Entrate per l'accertamento. Nel 2012 i verbali delle Fiamme gialle h...

Redditometro: onere prova non è sul contribuente

del 26/01/2013

Per il redditometro spazio alla prova con la documentazione fattuale. L'occhio del fisco sarà concen...